Contanti e Coronavirus: cambiano le regole per prelevare i soldi dal conto corrente

Il Governo ha emanato nuovi provvedimenti per contenere l’epidemia da Coronavirus, cambiano le misure adottate dalle banche, le nuove regole investono anche per il prelievo di denaro contante dal conto corrente.

Il Governo ha predisposto nuove restrizioni in vigore su tutto il territorio nazionale, al fine di contenere, arginare e debellare l’epidemia da Covid-19. Cambiano le regole anche per il prelievo di denaro contante dal conto corrente. La lotta per circoscrivere l’epidemia diventa sempre più ferrea. Tanto da spingere l’Esecutivo a diramare ulteriori provvedimenti restrittivi, che vanno dalla chiusura di alcuni comparti aziendali ritenuti non essenziali o strategici, fino al divieto per i cittadini di spostarsi dal proprio Comune salvo per compravate esigenze lavorative o di assoluta urgenza.

Vediamo quali misure sono state adottate dalle banche e, come le restrizioni investe il prelievo dei contanti dal conto corrente.

Conto corrente: prelievo di contanti, l’Abi non chiude

Eseguire una semplice operazione di prelievo dal proprio conto corrente sta diventando un’azione sempre più difficile e, in alcune circostanze si tratta di un atto impraticabile. Gli istituti di credito per contenere il diffondersi dell’epidemia da Coronavirus, hanno ridotto gli orari di apertura al pubblico. E, laddove non è presente un motivo di carattere urgente i contatti sono stati del tutto azzerati.

L’impraticabilità di alcune operazioni bancarie deriva dal “previo” appuntamento, che se non rientra tra gli interventi urgenti diventa un’operazione molto ardua. Questo discorso interessa principalmente le operazioni da eseguire allo sportello, quindi, i prelievi di denaro contante dovrebbero seguire una tematica diversa. Le filiali degli istituti di credito restano aperte per interventi di carattere urgente e per l’assistenza ai correntisti.

L’associazione dei sindacati aveva inoltrato all’Abi la richiesta contenente la chiusura degli istituti di credito per almeno 15 giorni. Le banche avrebbero garantito i servizi esclusivamente online e attraverso gli sportelli Atm. L’associazione Bancaria Italiana (Abi), non ha ritenuto l’azione necessaria, quindi, ha rigettato la proposta, concedendo agli istituti di credito la gestione sugli orari di apertura e chiusura delle filiali.

Conto corrente: nuove disposizioni

Prelevare dal proprio conto corrente è diventata un’operazione impraticabile, le banche si sono serrate e l’accesso alla filiale degli istituti è inattuabile. Banca Unicredit considerato l’emergenza dell’epidemia da Covid-19 ha programmato la chiusura di circa il 70% delle filiali. Resta difficilissimo eseguire un’operazione allo sportello per cambiare un assegno o prelevare soldi dal conto corrente. Il primo intoppo è la carenza di personale, per cui saltano le operazioni allo sportello.

Il mezzo più fattibile per prelevare del denaro è quello dello sportello Atm, ma non tutte le operazioni possono essere eseguite da uno sportello bancomat.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein