Conti correnti: effettuati rincari sui costi di gestione. Ecco la novità

In aumento le spese di gestione dei conti online. Ecco tutte le novità

Oggi utilizzare una banca online per gestire i propri risparmi in conti corrente costa il 38% in più rispetto a pochi mesi fa e ci sono anche dei lievi rincari per la gestione con gli istituti di credito tradizionale.

È stato eseguito un esame sui costi di gestioni annuali per i conti correnti e si è evidenziato che quest’ultimi sono aumentati rispetto a sei mesi fa. Anche bisogna considerare che il conto online resta la soluzione migliore per il deposito bancario, infatti un conto online costa mediamente 45 euro annuali contro i 100 euro per un conto corrente classico.

Conti corrente: rincaro per le famiglie

Se consideriamo solo i conti attivati in banche online, si rilevano rincari medi dei prezzi, in media del + 38,34%, quindi se a settembre si spendeva 32,75 euro annui per la tenuta conto, ora invece sono necessari 45,26 euro per le stesse spese.

Gli incrementi cambiano rispetto ai nuclei familiari, alle coppie e ai single. Si registra infatti un incremento maggiore per le famiglie, il costo è passato da 39,12 euro annui a settembre a 55,44 euro a gennaio 2019, registrando quindi un incremento del +41,72%. Per le coppie invece l’aumento è del +40,91% con un importo di spese per gennaio 2019 di 45,31 euro affronto di 32,16 euro. Anche per i single ci sono dei cambiamenti, per loro i rincari sono in misura minore, ma risultano del +30,35%, si è passato da 26,87 euro in un anno a 35,03 euro.

Conti corrente online: le operazioni più care

Ciò che rende la spesa dei conti maggiorate sono soprattutto tre operazioni, che hanno subito un aumento abnorme, queste sono:

  • Costo dell’assegno che è passato da 0,03 a 0,09 registrando un aumento pari al 214,81%;
  • Costo per la carta di debito di 2 euro aumenta a 4,22 euro, con un aumento pari al 111,11%;
  • Costo del bonifico online è passato da 0,11 euro di commissioni a 0,22 euro.

Anche le commissioni per i versamenti in contanti e gli assegni ne risentono di questi incrementi che si aggirano al + 50,88%, mentre i prelievi ATM da altre banche sono + 49,67%.

Conti tradizionali: le operazioni che costano meno

Per i conti tradizionali invece le operazioni costano meno. Infatti vi è un calo del costo del bonifico effettuato allo sportello di circa del -7,77%, a settembre costava 4,34 euro ora invece 4,03 euro. La spesa diminuisce, anche se di poco, per i prelievi eseguiti in filiale, si è registrato una diminuzione di circa – 0.24%. Si registra, però un aumento del canone annuo del + 32,98%, passando da una spesa di 28,80 euro annuo a settembre ai 38,30 attuali.

Conto corrente: sequestro e pignoramento, chi è a rischio?

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.