Conti pubblici: Salvini parte all’attacco: “Ignoreremo il tetto del 3%”. L’Italia uscirà dall’euro?

Il leader del Carroccio appare sempre fermo e deciso sul principio di responsabilità, pronto a rispettare gli impegni assunti. Matteo Salvini durante la conferenza stampa è stato esplicito sul futuro dell’Italia.

Durante la conferenza stampa di Stasburgo, Matteo Salvini si impone con un saluto forte verso l’Europarlamento, ancor prima dell’incontro previsto in serata a Palazzo Grazionli con gli esponenti della coalizione, Silvio Berlusconi e Giorgia Melone. Il Leader del Carroccio, sottolinea la sua posizione nei confronti dei conti pubblici, “ignoreremo il tetto del 3%”, queste le prime parole forti per l’Europa.

Salvini cederà al Pd?

Matteo Salvini riconferma la sua posizione verso un “NO” al vertice con il Pd: “Mai nella vita governerò con il Pd”. Afferma il Leader del Carroccio, precisando che non ritiene la necessità di creare un accordo con “chiunque”. Non porgerà, dunque, una mano a chi è stato falciato dagli italiani.

Pronto a rispettare gli impegni assunti, fermo sul principio di responsabilità. Il Leader del Carroccio durante la conferenza stampa, chiarisce che le forze sono concretizzate nel redigere un programma di governo da proporre al Parlamento, attuabile nei prossimi 5 anni. Si opera in funzione del Parlamento e non per “scrocchiare” con i partiti.

Salvini si dice, pronto e fiero ad assumersi sia “l’onere che l’onore di guidare il Paese”. Dichiarando, di voler agire in modo completamente opposto, a quello che si è fatto fino a oggi. Puntando nel rivalutare tutte quelle condizioni di disagio che hanno avallato le politiche precedenti. Un cambio di rotta che andrà a modificare quei tagli inopportuni, come appunto quelli degli ospedali, delle forze dell’ordine, dei comuni ecc. Rimodulando il settore lavoro dalla precarietà alle pensioni. In vista si preannunciano cambiamenti importanti per il bene della gente. Con l’obbiettivo di ridare quella speranza di vita, ormai affievolita nel tempo.

L’evoluzione dell’economia con Salvini

Ancora una volta il Leader del Carroccio in tema di economia ha le idee chiare, il suo proposito resta quello di un abbattimento delle tasse totale “fino a portarle al 15%”, “NO” all’aumento dell’Iva e delle accise. Fermo sul principio che non cederà al rapporto deficit/pil del 3%.

Ben consapevole degli impegni assunti, i quali presumibilmente si rispetteranno, caso contrario non predominerà lo “spread”, ma si punterà a lavorare nel rispetto del “bene della nostra gente”. Si agirà per garantire il  futuro ai bimbi. I dati sulle nascite in Italia sono molto preoccupanti, più dei livelli di spread, valutando che l’ultimo rapporto censito l’anno scorso, parla di 464mila bambini nati, uno dei dati peggiori degli ultimi 150 anni.

Sull’immigrazione il segretario della Lega rimarca i punti fermi, chiarendo che nasce l’esigenza di  creare delle “politiche serie”, che comprendano meno sbarchi più esclusioni, si all’accoglienza solo per chi scappa dalla guerra. Quando Macron afferma che per gli “emigranti economici non c’è futuro”, sta semplicemente riproponendo il programma di Marine Le Pen.

Articoli correlati:

Salvini Bacchetta Il Presidente Della Bce, Per Bruxelles Meno Tasse. Apre Verso Il Pd: “Si Al Governo Politico O Voto”

Renzi: “Lascia La Guida Del Pd, Sarà All’opposizione. Chi Ha Idee Diverse Parli Ora”

Di Maio Cavalca Le Onde Della Terza Repubblica, Salvini Pronto A Governare, Il Pd Sconfitto

Matteo Salvini: “No Coalizioni Strane. Ora Parte Il Governo Con Il Centrodestra”

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein