Conto corrente cointestato: il Fisco da il via libera ai controlli

Il Fisco può controllare il conto corrente cointestato con il coniuge, ecco l’ultima ordinanza che legittima i controlli in sede di accertamento fiscale.

Novità in tema di controllo del conto corrente cointestato, l’Agenzia delle Entrate può procedere ad accertamenti in caso di operazioni sospette. È questo l’ultimo orientamento in tema di poteri di accertamento del Fisco.

Legittimi i controlli sul conto corrente cointestato

In breve, il Fisco può procedere all’accertamento anche sui conti correnti bancari, le operazioni di controllo dell’AdE sono legittime anche se riferite ai conti con i congiunti del contribuente

Sia in riferimento all’accertamento fiscale delle imposte dirette (art. 32 n. 7 del DPR n. 600 del 1973) sia per l’accertamento dell’Iva  (art. 51 del DPR n. 633 del 1972).

Quindi, l’Agenzia delle Entrate in sede di accertamento è autorizzata a procedere ai controlli fiscali anche attraverso indagini sui conti correnti bancari intestati a terzi che per qualche motivo si ritengono connessi e inerenti all’attività reddituale del contribuente. Questa ipotesi è ravvisabile nel rapporto familiare, con effetto dei controlli anche dei conti correnti bancari cointestati ad entrambi i coniugi o altri soggetti.

A chiarire la legittima dell’accertamento fiscale è l’ordinanza numero 4681 del 21 febbraio 2020 della Cassazione civile, che specifica che sono legittime le operazioni effettuate per accertamento fiscale su indagini bancarie estese anche ai congiunti del contribuente (persona fisica).  A legittimare il controllo è sufficiente il solo rapporto familiare, che giustifica le operazioni effettuate su conto corrente cointestato bancario ai congiunti. Il contribuente può sempre difendersi fornendo la prova contraria.

Sequestrato per intero il conto corrente cointestato

La giurisprudenza con una recente sentenza numero 29079 della Corte di Cassazione del 3 luglio 2019, ha stabilito che il conto corrente cointestato può essere sequestrato per intero, anche se la maggior parte della liquidità non deriva dal  presunto evasore ma dall’altro titolare.

Per approfondimenti su questo caso, consigliamo di leggere: Conto corrente cointestato può essere sequestrato per intero, la sentenza shock


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”