Conto corrente congiunto, attenzione si rischia il pignoramento della casa, la sentenza

Conto corrente congiunto, ci sono rischi seri e si rischia anche il pignoramento della casa del convivente, ecco la sentenza.

Una recente sentenza della Corte di Cassazione del 2 ottobre 2019 numero 40395, ha sancito l’applicazione del sequestro sugli immobili di proprietà della convivente del presunto evasore se dal conto corrente bancario si evince che la convivente non avrebbe potuto acquistarli se non con il denaro del partner. È una sentenza che ha fatto molto discutere. I giudici sembrano orientarsi verso questa linea, già in precedenza sul conto corrente cointestato si erano espressi in tal senso. 

Conto corrente congiunto: può essere cointestato

Il saldo attivo del conto corrente cointestato può essere sequestrato per intero, a stabilirlo la sentenza della Corte di Cassazione del 3 luglio 2019 numero 29079. La Corte ha sancito che il saldo attivo del conto cointestato può essere sequestrato per intero anche se la maggior parte della liquidità non proviene dal presunto evasore ma dall’altro titolare. Anche qui la Corte si è espressa nella stesso modo considerando il conto corrente cointestato dà la possibilità di operare sul conto senza limitazione per entrambi i contestatari (dunque anche l’indagato).

La Corte in virtù dei fatti decide per il sequestro dell’intero conto cointestato indipendentemente dalla provenienza del denaro che portava il saldo in attivo.

Per approfondimenti: Conto cointestato può essere sequestrato per intero, la sentenza shock

La sentenza contraria

Abbiamo anche esaminato un’altra sentenza che in questo caso, va contro il sequestro del conto corrente dove confluisce lo stipendio, si tratta in particolare di una recente sentenza numero 14606/2019 della Corte di Cassazione. 

La Corte di Cassazione ha stabilito dei limiti, chiarendo che il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente non può avvenire su somme che corrispondono al triplo della pensione sociale, giacenti sul conto del destinatario, quando è certo che queste somme derivano da emolumenti di lavoro.

Leggi qui la notizia completa: Sequestro conto e TFR bloccato, i giudici non sono d’accordo: la sentenza


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”