Conto corrente: prelievo forzoso e virus tax i soldi in pericolo?

In vista (forse) un prelievo forzoso come nel 1992. Quanto c’è di vero nel virus tax? Sono in pericolo i soldi del conto corrente?

Il conto corrente bancario o postale, rischia un prelievo forzoso come è avvenuto con il Governo Amato nel periodo del 1992. Quanto c’è di vero nel virus tax è (forse) una fake news? Cosa sappiamo realmente? Di certo il Governo sta invitando l’Europa a rispettare questo triste periodo per quello che è, tendendo testa (per il momento), a quelle condizioni che assicurerebbero al nostro Bel Paese un altro colpo.

L’Esecutivo esclude la possibilità di reperire liquidità dai cittadini. Anzi, si sta muovendo per emanare nuove misure di supporto alle famiglie e alle aziende. Tanti sono i piani su cui sta lavorando il Governo, per dare il via a degli aiuti che subentrino in modo reale a sostegno della vita quotidiana. Come ad esempio, si è parlato dell’ampliamento del reddito di emergenza, dell’incremento dell’importo dell’indennità alle partite Iva, e non meno importante si discute per l’estensione della cassa integrazione diretta a tutti i lavoratori.

Le perplessità sono tante, del resto l’evento drammatico che sta affrontando il nostro Paese è unico nel suo genere. In tanti, si chiedono quali rischi corrono i conti correnti italiani. Come il Governo riuscirà a far quadrare i conti e, nello stesso tempo fronteggiare l’emergenza da Covid-19. Aleggia nell’aria (forse) non solo il virus, ma anche il pericolo che il Governo attinga ai conti correnti bancari e postali, eseguendo un prelievo forzoso?

Conto corrente: prelievo forzoso per far quadre i conti?

Da giorni sul web circola la misura virus tax, che incombe come prelievo forzoso sui conti correnti. Una misura pari a quella che il Governo Amato emanò nel 1992. Tuttavia, si tratterebbe di una fake news, in quanto, per il momento il Governo non ha mai parlato di voler intervenire con un prelievo forzoso. Anzi, in più occasioni vari esponenti parlamentari hanno escluso l’eventualità, che il Governo chieda dei soldi direttamente ai cittadini.

Conto corrente: virus tax vero o falso?

Non rientrerebbe nei piani del Governo quello di emettere un provvedimento che contenga un prelievo forzoso dai conti correnti. Ma, tuttavia per far quadrare i conti e, reperire le risorse per fronteggiare la crisi da Covid-19, sta premendo, affinché, l’Europa ceda sui Coronabond.

Con il prossimo decreto che vedrà la luce nel mese di aprile, il Governo dovrebbe approvare una misura con cui muove ingenti risorse per supportare i cittadini, aziende, esercenti commerciali, e partita Iva. In sostanza, punterebbe ad aumentare la fascia dei beneficiari della cassa integrale, delle indennità, reddito di emergenza, e così via. In più, sta pianificando il piano di uscita dall’emergenza sanitaria ed economica che è slittato al mese di maggio 2020.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein