Contrassegno disabile sul parabrezza dell’auto con legge 104: la normativa

Contrassegno disabile con legge 104 da apporre sul parabrezza dell’auto in modo visibile, la normativa di riferimento per fare domanda.

Ci viene chiesto spesso come fare per ottenere il contrassegno disabili chiamato anche “Pass” disabili che viene apposto sul parabrezza dell’auto in modo visibile e permette agevolazioni sulla circolazione e la sosta.

Contrassegno disabile: quando spetta?

Buon pomeriggio, più volte ho letto articoli sulla 104, da voi pubblicati, ma alla fine tutti poco diversi l’uno dall’ altro, quindi ho deciso di porre alla vostra gentile attenzione, la mia situazione, sono stato riconosciuto invalido con Totale e permanente inabilità lavorativa: 100/% art. 2 e 12 L171/71 senza indennità di accompagnamento, e con la 104 parziale art 3 comma 1,dopo aver fatto ricorso, mi hanno riconosciuto, circa due mesi, di accompagnamento, che poi L’ I. N.P. S , me ne ha pagato soltanto un solo mese, invece, mi è stata riconosciuta una nuova 104, handicap ex art. 3, comma 3, L.104/1992; cortesemente, volevo sapere, se posso con questi miei requisiti, possa ottenere il contrassegno per parcheggio riservato per invalidi , soprattutto per il periodo che faccio chemioterapia,, e soprattutto se posso fare riferimento a qualche circolare del codice della strada, le chiedo se posso vantare altri diritti di legge, e come fare, vi ringrazio e vi saluto.

Contrassegno disabile: la normativa di riferimento

Il contrassegno disabile viene rilasciato dal comune di residenza dopo la presentazione di una dovuta documentazione, come l’accertamento medico che attesti la disabilità (art.188 del Codice della Strada, CdS, e art. 381 del Regolamento di esecuzione del CdS).

Nello specifico la normativa prevede che i verbali rilasciati dalle commissioni mediche di invalidità civile, handicap, cecità, sordità, disabilità “riportino anche l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi di cui all’articolo 381, comma 2, decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, nonché per le agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone con disabilità”.

Le consiglio di verificare il suo nuovo verbale legge 104 art. 3 comma 3 e se può accedere all’agevolazione per il contrassegno disabile.

La domanda deve essere presentata al comune di residenza allegando la documentazione che attesti l’handicap grave e le difficoltà di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta. Il contrassegno invalidi ha una durata di cinque anni, i tempi di rilascio variano da Comune a Comune.

Per tutte le informazioni, consiglio di leggere la nostra guida: Contrassegno disabili con legge 104: rilascio, scadenza, duplicato e rinnovo, guida completa

Contrassegno disabile: video


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”