Contratti a termine nel decreto Dignità, arrivano i correttivi e voucher

Arrivano i correttivi al decreto Dignità per i contratti a termine, spuntano di nuovo i voucher, ecco tutte le novità.

Contratti a termine: durante l’iter di conversione in legge del decreto Dignità, si sta valutando di inserire dei correttivi in materia di lavoro occasionale, contratti a termine e lavoro a tempo indeterminato. Infatti, potrebbe essere prevista la reintroduzione dei voucher, nonostante l’intervento sembri indirizzato verso una semplificazione degli strumenti esistenti per facilitarne l’utilizzo.

In riferimento ai contratti a tempo determinato, potrebbe essere inserito un emendamento che modifichi l’utilizzo delle causali, al fine di evitare il contenzioso, e si sta valutando la possibile riscrittura della norma per il periodo transitorio.

Infine, potrebbe essere introdotto un incentivo automatico per le imprese che stabilizzano il contratto a termine, pari allo 0,5% dei costi ulteriori previsti in occasione di ogni rinnovo.

Contratto a termine, cosa prevede il decreto Dignità

Contratto a termine senza necessità di una causale fino a 12 mesi, inoltre nuove misure sul vincolo degli aiuti di Stato concessi in funzione dell’incremento dell’occupazione, al mantenimento per almeno 10 anni dei livelli occupazionali raggiunti, pena la revoca dell’incentivo. In particolare, prevede:

  • differenze-contratto-e-lettera-di-assunzioneIn materia di somministrazione, la novità principale è l’abrogazione della somministrazione a tempo indeterminato.
  •  
  • Per quanto riguarda il contratto a termine, il provvedimento lascia libera l’assunzione senza la necessità di una causale, nel caso in cui il rapporto abbia una durata fino a 12 mesi; se l’assunzione ha una durata superiore, la stessa sarà vincolata alla presenza di una delle causali specificate, ossia alle seguenti esigenze:
    –  temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività o esigenze sostitutive;
    –  connesse a incrementi temporanei e non programmabili dell’attività ordinaria;
    –  relative alle attività stagionali e a picchi dell’attività.

Leggi anche: Contratto a termine per lavoro stagionale, le novità ad oggi

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.