Contributi al diritto e al calcolo: quali considerare per la pensione?

Quali sono i contributi che devono essere presi in considerazione per accedere alla pensione, quelli al calcolo o quelli al diritto?

Non sempre è facile consultare il proprio estratto conto contributivo e barcamenarsi tra contributi al calcolo e contributi al diritto della pensione per capire quale sia il dato utile per il raggiungimento dei requisiti richiesti per accedere alla quiescenza.

Una nostra lettrice ci chiede, infatti:

Buona sera, la presente per avere informazione riguardo i contributi da prendere in considerazione per poter accedere all’APE SOCIAL, all’età di 63 anni e in stato di disoccupazione.
In questo caso specifico, i 30 anni minimo richiesti sono quelli che dal mio estratto conto risultano sotto la voce “AL DIRITTO “o quelli sotto la voce “AL CALCOLO” ?
RingraziandoVi anticipatamente, invio distinti saluti

Contributi al calcolo e al diritto

I contributi che si trovano sul nostro estratto conto contributivo si dividono in contributi al diritto e contributi al calcolo. 

I contributi al calcolo sono quelli che saranno presi in considerazione per il calcolo dell’importo della pensione, mentre i contributi al diritto sono quelli che devono essere considerati per l’accesso alla pensione.

Per il raggiungimento dei 30 anni di contributi richiesti per accedere all’Ape sociale, quindi, dovrà prendere in considerazione i contributi al diritto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.