Contributi figurativi di maternità, non sempre sono validi per il pensionamento

La maternità è coperta da contributi figurativi riscattabile: purtroppo, non sempre tale contribuzione è utile ai fini del pensionamento: ecco le cause ostative.

La maternità è coperta da contribuzione figurativa, ma non sempre è possibile l’accredito, analizziamo il caso di una nostra lettrice: Buongiorno da febbraio non riesco ad andare in pensione perché lnps non intende riconoscermi i contributi figurativi riguardanti una maternità avuta prima del rapporto di lavoro. La dipendente addetta al servizio sostiene che non mi spettano avendone fatta richiesta dopo la cessazione del rapporto lavorativo. Ad oggi nonostante le mie ripetute richieste si rifiuta di fornirmi una risposta per iscritto. Tutto questo è legittimo?

Contributi figurativi per maternità 

La maternità fuori al rapporto di lavoro può essere accreditata con per un massimo di 22 settimane (due mesi prima e tre successivi al parto). Per l’accredito sono richiesti particolari requisiti, l’inps riporta:

  • se il periodo non è coperto da altra tipologia di contribuzione (obbligatoria, volontaria, figurativa, da riscatto);
  • se il periodo da accreditare è coperto da contribuzione figurativa per disoccupazione. In questo caso si deve procedere a modificare il “titolo” dell’accredito tenendo conto che i contributi figurativi per maternità, contrariamente a quelli per disoccupazione, sono utili per perfezionare il diritto alla pensione di anzianità;
  • in presenza di contributi sia da lavoro dipendente sia da lavoro autonomo a condizione che risultino accreditati almeno 5 anni di contributi per attività lavorativa subordinata.

La domanda dell’accredito dei periodi di maternità deve essere presentata telematicamente dall’interessato oalla sede di appartenenza. alla domanda bisogna allegare il modello di autocertificazione contenente i dati del bambino e i dati anagrafici della madre. E’ possibile scaricare qui il modello di autocertificazione generale da personalizzare Modulo autocertificazione (pdf)

Contributi figurativi validi ai fini del diritto e della misura

I contributi figurativi accreditati per periodi di maternità al di fuori del rapporto di lavoro sono utili sia la diritto che alla misura di tutte le misure pensionistiche calcolate con il sistema di calcolo retributivo e misto.

Quando non possono essere utilizzati?

I contributi figurativi accreditati per i periodi di maternità fuori al rapporto di lavoro non possono essere utilizzati per la pensione di vecchiaia determinata con il calcolo contributivo. La normativa chiarisce che non possono essere utilizzati i contributi figurativia qualsiasi titolo accreditati per determinare il requisito contributivo previsto dalla legge (5 anni di contributi) ma possono essere utilizzati per determinare la maggiore anzianità (40 anni di contributi) che consente l’accesso alla pensione.

Conclusione

Se lei ha presentato domanda di accredito contributivo per i periodi di maternità e da quanto ho capito dal suo quesito non ha avuto esito positivo. Lei può far valere i suoi diritti con una diffida all’Inps da inviare a mezzo Pec oppure si può rivolgere ad un legale. In riferimento alla diffida ho preparato un fac simile da poter personalizzare, le lascio qui il modello: Come inviare diffida all’INPS (modulo)

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”