Contributi volontari utili per il pensionamento e deducibili nel 730, ecco come fare

Può succedere che per pochi mesi non si raggiunge il requisito contributivo richiesto per accedere alla pensione. È possibile coprire il periodo con i contributi volontari.

Quando si è vicino alla pensione si fanno i conti con i contributi e su quanto si è accumulato in una carriera lavorativa, un dato determinate per la pensione. Succede che in alcuni casi per pochi mesi non si raggiunge il requisito contributivo richiesto. Come nel caso di una nostra lettrice che ci scrive: Buongiorno, volevo un’informazione ho 59 anni e mi mancano 8 mesi per andare in pensione siccome non ho reddito  non lavoro la fabbrica ha chiuso mi può  indicare cosa fare,  grazie mille.

Contributi volontari utili al pensionamento e detraibili nel 730

Lei può fare richiesta dei contributi volontari in modo da coprire gli otto mesi che le mancano.  Per i contributi volontari bisogna presentare richiesta telematica all’INPS Il versamento non può essere effettuato in un’unica soluzione ma per i periodi correnti (quattro trimestri ogni anno) deve essere effettuato entro il trimestre solare successivo a quello di riferimento. Ad esempio, per coprire il primo trimestre (gennaio-febbraio-marzo) il versamento deve essere effettuato entro il 30 giugno.

Va precisato che per il rilascio dell’autorizzazione ai versamenti volontari è subordinato alla cessazione o all’interruzione del rapporto di lavoro che ha dato origine all’obbligo assicurativo. Lei non lavorando, può presentare subito la domanda di autorizzazione.

L’autorizzazione rilascia dall’Inps non decade mai e i versamenti volontari, anche se interrotti, possono essere ripresi in qualsiasi momento senza dover presentare una nuova domanda.

Equiparati a tutti gli effetti

I contributi volontari sono equiparati a tutti gli effetti, a quelli obbligatori e quindi ai fini pensionistici hanno lo stesso valore. Sono validi sia per la pensione anticipata, di vecchiaia o qualsiasi altra forma pensionistica anticipata in vigore.

L’unica eccezione è data dai soli contributi puri, quelli richiesti in possesso di anzianità contributiva la 31 dicembre 1995. Solo in questo caso la contribuzione volontaria non è valida  per il perfezionamento del requisito per la pensione anticipata (legge 335/1995).

Detraibili nel 730 come “oneri deducibili”

Inoltre, è possibile portare in detrazione nel 730 i contributi versati, come oneri deducibili, con una  riduzione del reddito complessivo sul quale viene determinata l’imposta.

Consiglio di leggere la guida con gli esempi di calcolo e costo: Contributi volontari utili al pensionamento: calcolo e costo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”