Contributo a fondo perduto da 1.000 a 2.000 euro: erogazione e calcolo

Contributo a fondo perduto da 1.000 a 2.000 euro, lo può chiedere anche chi non ha ricevuto il bonus di 600 euro, ecco come effettuare il calcolo e la domanda.

Al via alle domande del contributo a fondo perduto con procedura semplificata. Il Mef ha annunciato che per velocizzare la procedura non ci saranno controlli iniziali, le istanze presentate saranno liquidate dall’Agenzia delle Entrate e poi successivamente sottoposte al controllo.

Bonus 600 euro per chi non lo ha ricevuto può chiedere il contributo a fondo perduto

Il Mef segnala che i commercianti e artigiani che non hanno ricevuto il bonus di 600 per i mesi di marzo e aprile, possono richiedere il contributo a fondo perduto. Inoltre, la tranche del bonus di 600 euro per il mese di maggio è sostituita dal contributo a fondo perduto.

Il provvedimento con le modalità e il modello è stato pubblicato il 10 giugno. La domanda può essere inoltrata dal 15 giugno fino al 24 agosto 2020, avvalendosi di un intermediario mediante il canale Entratel, oppure mediante le credenziali che permettono l’accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate all’interno “fatture e corrispettivi” sito: http://www.agenziaentrate.gov.it/

Calcolo del fatturato per contributo a fondo perduto

Il contributo a fondo perduto viene calcolato in base al fatturato di aprile e deve essere quantificato comprendendo anche le note di variazioni, cessioni dei beni ammortizzabili. Nello specifico sono rilevanti le fatture immediate con data dal 1° al 30 aprile degli anni 2019 e 2020, considerando anche le fatture differite emesse nel mese di maggio.

La differenza rilevata dalle fatture e corrispettivi relative al mese di aprile 2020, rispetto al corrispondente mese di aprile 2019, si applicano specifiche percentuale in relazione dell’ammontare dei ricavi e compensi.

Percentuali applicate al fatturato

Ecco le percentuali che sono applicate alle soglie di fatturato:

  • se i ricavi e compensi non superano la soglia di 400mila euro la percentuale è del 20%;
  • Se i ricavi e compensi non superano la soglia di 1 milione di euro la percentuale è del 15%;
  • Se i ricavi e compensi non superano la soglia di 5 milioni di ila euro la percentuale è del 10%.

Il contributo riconosciuto non è inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e non inferiore a 2.000 per le società.

Il contributo a fondo perduto è escluso dalla tassazione sia ai fini delle imposte sia ai fini dell’Irap.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”