Coronavirus, 7 Aprile: in Italia dimezzati i nuovi positivi

Nelle ultime 24 ore il saldo relativo ai nuovi positivi di coronavirus è aumentato di 880 unità e si è praticamente dimezzato rispetto a ieri

Nuovo aggiornamento della protezione civile per quanto riguarda l’epidemia di coronavirus in Italia. Alle ore 17 del 7 aprile 2020 nel nostro paese i contagi totali sono 135.586. I deceduti sono fino ad ora 17.127. Gli attuali positivi sono 94.067 di cui 3.792 in terapia intensiva, 28.718 ricoverati in ospedale con sintomi e 61.557 in isolamento domiciliare. Nelle ultime 24 ore il saldo relativo ai nuovi positivi è aumentato di 880 unità e si è dunque praticamente dimezzato rispetto alla giornata di ieri quando invece questo dato era pari a +1.941. In totale nelle ultime 24 ore vi sono stati 3.039 contagiati in più.

Coronavirus: la situazione in Italia al 7 aprile 2020

Anche i morti nelle ultime 24 ore sono diminuiti rispetto a ieri essendo 604 contro 636. I pazienti dimessi e guariti sono cresciuti, con 1.555 nelle ultime 24 ore, mentre ieri erano stati 1.022 pazienti.  Anche in terapia intensiva continuano a calare i pazienti. Nelle ultime 24 ore sono 107 in meno. In Lombardia 52.325 casi totali. I deceduti sono 9.484 e i guariti 14.498. Gli attualmente positivi in Lombardia sono 28.343 di cui 11.833 ricoverati con sintomi, 1.305 in terapia intensiva e 15.205 in isolamento domiciliare. Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità ha ammesso in conferenza stampa che è iniziata la discesa ma che occorre per il momento continuare a non allentare l’attenzione.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: in che modo Covid-19 si trasforma in diversi ceppi?

Coronavirus

Coronavirus

Ti potrebbe interessare: Arriva la bolletta con su scritto che se non paghi applicano la penale, la sospensione per coronavirus una bufala?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp