Coronavirus, col decreto Cura Italia in arrivo pc nuovi e internet

Con il decreto Cura Italia, per l’emergenza Coronavirus, si potranno acquistare pc, tablet e internet per la modalità della didattica a distanza.

A causa dell’emergenza Coronavirus, come sappiamo, le scuole e le università resteranno chiuse fino alla data 3 aprile 2020 e, sebbene si parli di un’ulteriore proroga di tale periodo, il nuovo decreto Cura Italia ha pensato anche alle scuole. Infatti, in tale documento si è pensato anche di supportare gli istituti scolastici, che in tale momento stanno utilizzando la modalità della didattica a distanza, permettendo l’acquisto di pc e tablet agli studenti. Davvero una bella iniziativa che può aiutare in particolar modo le famiglie che più riscontrano delle difficoltà a livello economico, permettendo loro di garantire ai propri figli di  non perdersi nemmeno un giorno di lezione.

Emergenza Coronavirus, il decreto Cura Italia permetterà l’acquisto di pc e tablet agli studenti

Nella fattispecie, facendo alcuni conti, il nuovo decreto Cura Italia metterà a disposizione degli studenti con difficoltà economiche ben 70 milioni di euro da poter utilizzare nell’acquisto di pc, tablet oltre che per la rete.

In tal modo, davvero a tutti gli studenti sarà permesso di continuare a seguire le lezioni senza difficoltà.

Il decreto Cura Italia, pensato appositamente per l’emergenza Coronavirus, ha pensato anche agli istituti scolastici statali: con ben 10 milioni di euro  sarà possibile per loro avere piattaforme per la didattica a distanza oppure potenziare quelle che già si stanno usando in questo periodo.

I conti non finiscono qui: altri 5 milioni di euro saranno destinati alla formazione del personale scolastico riguardante le metodologie e le tecniche per la didattica a distanza.

Quindi, facendo il totale di tutte le somme prima ripotate, parliamo di ben 85 milioni di euro dedicati alla scuola e alla modalità di didattica a distanza.

Infine, per garantire al meglio tale modalità di insegnamento, è prevista l’assunzione di ben 1.000 assistenti tecnici in grado di dare un enorme contributo e aiuto per tutti i problemi che possono emergere con il nuovo svolgimento delle lezioni.

Purtroppo, tale misura non è stata estesa alle università.

 

Leggi anche:

Scuola: operatori telefonici regalano giga a insegnanti e studenti

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.