Coronavirus: contagiati 14.840 persone con 242 morti, nascoste le notizie sulla diffusione, le ultime news

Coronavirus: il nuovo metodo di fare le diagnosi.

Circa 242 morti per il nuovo coronavirus sono state registrate nella provincia cinese di Hubei mercoledì, il giorno più mortale dell’epidemia. C’è stato anche un enorme aumento del numero di casi, con 14.840 persone con diagnosi di virus.

Coronavirus: mercoledì il giorno più mortale, ecco cosa sta succedendo

Hubei ha iniziato a utilizzare una definizione più ampia per diagnosticare le persone, che rappresenta la maggior parte dell’aumento dei casi.

Fino all’aumento di mercoledì, il numero di persone diagnosticate a Hubei – dove è emerso l’epidemia – si è stabilizzato.

Ma i nuovi casi e le morti nella provincia hanno spinto il bilancio nazionale delle morti oltre 1.350, con quasi 60.000 infezioni in totale.

Nel frattempo, il segretario del Partito comunista a Hubei, Jiang Chaoliang, è stato sostituito dal capo del partito di Shanghai, Ying Yong, secondo i media statali. Anche il capo del partito della capitale Wuhan è stato sollevato dai suoi doveri.

È il primo grande cambiamento dei funzionari del partito Hubei dall’inizio dell’epidemia.

All’inizio di questa settimana, alcuni funzionari sanitari sono stati “rimossi” dal loro posto di lavoro.

Qual è il nuovo metodo di diagnosi?

La provincia – che rappresenta oltre l’80% delle infezioni cinesi complessive – ora include “casi diagnosticati clinicamente” nel numero di casi confermati.

Ciò significa che include quelli che mostrano sintomi e che hanno una TAC che mostra un polmone infetto, piuttosto che basarsi solo sui test standard dell’acido nucleico.

Dei 242 nuovi decessi a Wuhan, 135 sono casi “diagnosticati clinicamente”.

Ciò significa che, anche senza la nuova definizione, il numero di morti a Hubei mercoledì è stato di 107, un nuovo massimo per la provincia.

Le 14.840 nuove infezioni della provincia includono 13.332 casi diagnosticati clinicamente.

Complessivamente, la provincia ha ora 48.206 infezioni confermate.

Ci sono anche buone notizie:

Dall’Istituto Spallanzani arriva la buona notizia che 20 pazienti cinesi, i turisti che facevano parte del pullman della coppia ricoverata da tempo, sono stati dimessi. Durante questi 14 giorni di quarantena sono stati sempre tenuti sotto controllo e sono risultati sempre negativi agli esami del Coronavirus.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube