Coronavirus, cosa prevede il DECRETO per il contenimento dei contagi?

Cosa prevede il decreto d’emergenza emanato dal Governo il 23 febbraio per contrastare la diffusione del Coronavirus?

Con il passare dei giorni stanno aumentando i casi di contagio da Coronavisurs COVIS- e proprio per questo l’esecutivo ha emanato un decreto emergenza per evitare il dilagare del contagio pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 febbraio 2020.

Decreto Coronavirus, quali misure?

Il decreto prevede che le autorità dei Comuni in cui almeno una persona risulti positiva per cui, però, non si conosce la provenienza del virus, possono essere adottate misure per il contenimento dei contagi che possono prevedere:

  • divieto di allontanamento dal Comune (o dall’area isolata) per tutte le persone ivi residenti
  • divieto di accesso, per persone esterne all’area interessata
  • sospensione di manifestazioni di ogni natura che prevedano la riunione di persone in luogo pubblico (ad esempio il Carnevale) sia a carattere culturale che sportivo (sospensione delle partite di serie A in Veneto e Lombardia nello scorso fine settimana) e religioso
  • Sospensione delle attività didattiche per tutte le scuole di ogni ordine e grado nelle aree interessate
  • Sospensione dell’apertura al pubblico di musei e altri luoghi di cultura ivi comprese le biblioteche
  • Sospensione dei viaggi di istruzione per le scuole sia con destinazione estera che in Italia
  • Sospensione dei concorsi  per assunzione personale
  • Sorveglianza attiva e quarantena per gli individui che sono entrati in contatto con chi risulta infetto
  • Obbligo, per chi è entrato in Italia da luoghi a rischio, di permanenza (dopo opportune comunicazioni alle autorità) nel proprio domicilio con sorveglianza attiva
  • Chiusura delle attività commerciali con l’esclusione di chi vende beni di prima necessità
  • Chiusura o limitazioni dei servizio degli uffici pubblici anche se è previsto l’accesso ai servizi pubblici essenziali (come esercenti di beni di prima necessità)
  • Sospensione o limitazione del servizio per trasporti merci o persone (sia ferroviario, che terrestre, marittimo e aereo); sospensione anche per il trasporto pubblico locale.

Nel frattempo è stata disposta la chiusura delle Università di Emilia Romagna, Lombardia, Veneto , Del Friuli Venezia Giulia, a Genova, Trentino Alto Adige e Piemonte.

Si è predisposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in Lombardia, Veneto, ed Emilia Romagna per una settimana, in Liguria, in Trentino Alto Adige almeno fino a mercoledì. In Piemonte scuole chiuse per una settimana.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.