Gino Sorbillo dovrà chiudere 4 pizzerie tra Napoli e Milano a causa del Coronavirus

Coronavirus e crisi: Gino Sorbillo, il re della pizza, annuncia che dovrà chiudere quattro pizzerie tra Napoli e Milano.

E’ una crisi molto dura, alla riapertura sarà una strage, non vedremo riaprire tutte le attività: una testimonianza ci viene data da Gino Sorbillo, che ha ammesso che alla riapertura dovrà chiudere quattro pizzerie tra Napoli e Milano.

Grave denuncia di Gino Sorbillo sulla crisi che porterà il Coronavirus

La denuncia arriva da uno dei maggiori pizzaioli non solo campani, ma d’Italia e nel mondo. La sua denuncia è dura: alla riapertura si vedrà costretto a chiudere quattro pizzerie tra Napoli e Milano. Quello che viene chiesto al Governo non è molto, far aprire loro almeno per effettuare le consegne a domicilio.

Gino Sorbillo pensa di aver individuato già le pizzerie che dovrà chiudere, il motivo sono i costi di affitto troppo alti. Due a Napoli, quella sul lungomare e quella di Zia Esterina al Vomero, due a Milano, Olio a Crudo e Zia Esterina. Per adesso l’unica pizzeria che funziona regolarmente, con la pizza servita ai tavoli, è quella di Tokyo.

In Campania, come in tutta Napoli, le restrizioni sono maggiori rispetto agli altri posti, dove almeno sono consentite le consegne a domicilio, e basterebbe questo per tamponare un po’ le perdite che si stanno avendo in questo periodo. E’ lo stesso Gino Sorbillo a parlare: con la consegna a domicilio basterebbe vendere appena 30-40 pizze al giorno per poter recuperare almeno le spese.

Il discorso rider e rischio contagio non esiste, parliamo di cibo appena cotto con gradazione alta e con tutta sicurezza, abbiamo ideato anche un particolare confezionamento con della pellicola alimentare, che serve per avvolgere lo scatolo della pizza, confezionandola subito all’uscita dal forno e creando, così, una camera d’aria per proteggerle.

Questo primo passo potrebbe essere importante per garantire e dare speranza di una piccola sopravvivenza per tutti i locali della ristorazione, almeno per poter pagare il fitto e le utenze per poi aspettare la piena ripartenza.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp