Coronavirus e nuove bufale sul web: ecco a cosa non devi credere

Coronavirus: attenzione alle bufale che corrono sul web, individuare quale siano le notizie vere e quelle false non è una cosa sempilice.

Sul web le bufale sul Coronavirus continuano a diffondersi senza sosta, creando allarmismi nelle persone. Le false notizie, oltre a girare sul web, arrivano sui gruppi whatsapp, da amici improvvisati su Facebook e anche su gruppi Telegram dove ti ritrovi senza nessun consenso. Insomma, siamo circondati dalle false notizie e, purtroppo, è difficile individuarle. Noi più volte abbiamo avvisato i lettori delle notizie false e continueremo a farlo.

Coronavirus e le ultime bufale a cui stare attenti

Ecco le ultime bufale che girano sul web a cui fare molta attenzione, perchè potrebbe essere molto pericolose per la salute.

Il ministero della Salute ogni settimana smentisce le notizie false sul nuovo Coronavirus, pubblicando le informazioni sul sito, raccomandando gli utenti di fare molta attenzione.

Facendo i bagni in piscina o nelle vasche idromassaggio si rischia il contagio da Coronavirus?

Al momento non esiste nessuna prova scientifica che dimostri che il contagio da Coronavirus venga diffuso attraverso bagni effettuati in vasche idromassaggio o piscine. Valgono le solite regole di igiene e funzionamento e un’adeguata manutenzione e disinfezione. Bisogna precisare che il virus viene trasmesso attraverso le goccioline respiratorie, pertanto, è sempre consigliabile mantenere la distanza raccomandata.

I fumatori sono a forte rischio per Covid-19?

E’ una fake news, smettere di fumare è consigliato, ma non per il Coronavirus, nel senso che, chi fuma da tanto tempo, se smette può trovarsi nella stessa situazione sanitaria in cui si troverebbe se continuasse a fumare. Smettere di fumare è un bene per l’organismo e i benefici si riscontrano a lungo termine.

I bambini non sono colpiti da Coronavirus perchè hanno anticorpi particolari?

Il Coronavirus non ha risparmiato i bambini, ci sono meno casi, ma sono stati contagiati anche loro. Secondo i dati registrati sono stati colpiti di meno i più piccoli rispetto al resto della popolazione, ma non sono immuni e possono essere contagiati. Quindi, se ci sono dubbi su sintomi come tosse, febbre, mal di gola, rinite e difficoltà respiratorie, consultare immediatamente il pediatra.

La donazione del sangue è pericolosa?

La donazione del sangue non è pericolosa, se si desidera si può fare. Anzi, in questo momento è importante donare il sangue e in questi casi gli spostamenti sono giustificati, la motivazione è di “emergenza assoluta”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp