Coronavirus e raccolte fondi: il brano dedicato a quella per l’Ospedale San Giovanni Addolarata di Roma

La musica non si ferma neanche davanti al mostro del Covid-19, anche da casa i musicisti di tutta Italia non si arrendono creando una vera e propria comunità con lo scopo di ricreare quella atmosfera di magia che solo la musica ci può trasmettere.

La musica non si ferma neanche davanti al mostro del Covid-19, anche da casa i musicisti di tutta Italia non si arrendono creando una vera e propria comunità con lo scopo di ricreare quella atmosfera di magia che solo la musica ci può trasmettere.

Mirko Valeri & I Via Greve, una giovane band romana già attiva nel campo del sociale, hanno voluto fare qualcosa di più, con il brano “Un impero sorgerà” hanno voluto aderire alla raccolta fondi lanciata dall’Ospedale San Giovanni Addolarata di Roma con la realizzazione no profit di un video clip per promuovere l’iniziativa lanciata dall’ospedale che a causa dell’emergenza Covid-19 necessita dell’attrezzatura adeguata, come ad esempio i dispositivi di protezione individuale.

Il brano, estratto dall’album d’esordio della band romana “Troverò Pace” del 2017 è tratto dal versetto 3 del libro II dell’Eneide di Virgilio:<< tu mi costringi, o regina, a rinnovare un indicibile dolore>> un testo che sembra essere stato scritto in questo doloroso momento che sta mettendo in ginocchio il mondo che racchiude un messaggio di speranza, sfruttare la nostra debolezza per trasformarla nella forza  che ci aiuterà a risorgere dalle ceneri come una fenice più forti di prima.

Mirko Valeri  & I Via Greve

La giovane band romana prende il nome di una delle strade del quartiere romano della Magliana.

Il loro non è solo un progetto musicale ma è anche un progetto rivolto al sociale, occupandosi in prima persona di molte iniziative di solidarietà, come ad esempio sfamare i senza tetto e distribuire beni di prima necessità alle famiglie più bisognose.

Con il progetto “Voci Periferiche” Mirko Valeri si schiera dalla parte dei più deboli, come ad esempio i tossico dipendenti , i minori, i carcerati, persone con problemi mentali e anziani organizzando laboratori musicali e aiutarli nella realizzazioni di spettacoli musicali da portare poi nei teatri.

I musicisti presenti nel videoclip, realizzato dal videomaker Matteo Luppi e alla collaborazione dell’associazione culturale “Animus Lab”, hanno suonato da casa e sono: Mirko Valeri la voce del gruppo, alla chitarra Antonio Serra e Massimiliano Corazzi, alla tastiera Giuseppe Romano, alla batteria Davide Balestri, al basso Matteo Nucciattelli  e Saccio e lo scrittore Dario Di Gioia.

Molti altri artisti stanno aderendo alla raccolta fondi lanciata dal complesso Ospedaliero San Giovanni Addolarata di Roma, come ad esempio il gruppo musicale “Ladri di Carrozzelle” promotore del mondo della disabilità, il cantante Vincenzo Lovallo, e il giovane quartetto  dei Castelli Romani Bassa Frequenza con un breve estratto del loro brano “Non è per me”.

Per sostenere la raccolta fondi per l’Ospedale San Giovanni Addolarata di Roma, una struttura all’avanguardia di rilievo nazionale ed alta specializzazione in prestazioni e servizi diagnostici curativa di alta qualità, è possibile donare tramite un bonifico intestato all’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata:

IBAN IT 81 W 02008 05160 000400007365

con causale: Emergenza COVID-19

Il ricavato sarà destinato per l’acquisto di materiale di prima necessità come ad esempio guanti, mascherine, ecc.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Simona Spaziani

Ho 27 anni e sono della provincia di Roma. Sono appassionata di musica e faccio la barlady presso il New Rockness di Genzano di Roma. Nel tempo libero mi piace scrivere per condividere le mie passioni musicali e i cocktail che invento.