Coronavirus: farmaco Remdesivir usato con ottimi risultati

Delle buone notizie arrivano dall’America per quanto riguarda un medicinale per combattere il Coronavirus, stiamo parlando del Remdesivir.

Il farmaco Remdesivir è uno dei farmaci possibili da usare contro il Coronavirus, che fin dal primo momento ha dato buone speranze e buoni risultati. Dagli Stati Uniti arrivano ulteriori novità positive, vediamo quali sono.

Il farmaco Remdesivir usato per combattere il Coronavirus dà ottimi risultati

E’ stato uno dei primi farmaci che, da quando c’è stata l’emergenza Coronavirus, ha dato delle buone speranze di riuscita contro il virus. Dall’America è arrivata una buona notizia: l’antivirale sembrerebbe funzionare e gli americani sarebbero pronti a diffondere le lieta notizia attraverso il proprio virologo con origine italiane Antony Fauci, attraverso una conferenza stasera.

Fauci è la figura nella quale il presidente Trump ha riposto la fiducia per il bene di tutto il popolo americano e le ultime notizie sembrerebbero dare il via all’uso in emergenza di questo farmaco, che sembra avere delle ottime capacità di guarigione.

La notizia arriva dal trial Niaid, condotto dalla stesso Fauci, che conferma di aver raggiunto l’obiettivo prefissato con questo farmaco. Le notizie che provengono dall’America sono ottime: è stato dichiarato che, con una cura di 5 giorni, si è avuto un ottimo riscontro sui malati gravi da Coronavirus, con dei netti miglioramenti delle condizioni.

I risultati che si sono avuti sono davvero incoraggianti: chi ha ricevuto il trattamento con il farmaco per 5 giorni è praticamente guarito, parliamo di una percentuale di guarigione vicino al 60%, e lo stesso si è avuto per chi il trattamento lo ha mantenuto per 10 giorni, con l’uscita dall’ospedale dopo 14 giorni, con un recupero clinico totale.

Questi numeri sono davvero incoraggianti: ci sono delle patologie e dei soggetti che hanno bisogno di una cura che abbia la durata di 5 giorni, alcuni di 10 giorni, si ottiene così lo stesso risultato per entrambi. Se la cura, come sembra che sia, sarà dimostrata sicura ed efficace, si farà in modo da estenderla ad un maggiore numero di pazienti.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp