Coronavirus in Cina: la psicosi aumenta, anche gli animali con le mascherine

Coronavirus in Cina, psicosi anche sugli animali, i cittadini gli mettono le mascherine.

Il Coronavirus in Cina è purtroppo una tristissima realtà, aumentano le psicosi, adesso si iniziano a vedere anche gli animali domestici con le mascherine. Le foto stanno diventando virali, i proprietari degli animali domestici cinesi stanno mettendo foto sui social per invogliare tutti a fare nello stesso modo e proteggere i propri animali dal Coronavirus.

In Cina la psicosi aumenta, anche gli animali con le mascherine

Le immagini virali che si susseguono sui social dimostrano come i cittadini cinesi si stanno attrezzando per proteggere i loro animali, cani e gatti, con mascherine e a volte anche con protezioni più elaborate.

A parte le mascherine i cittadini cinesi usano anche oggetti di uso quotidiano, ad esempio fogli di plastica, sacchetti, calze e bicchieri di carta.

Ma ci sono alcuni episodi che fanno capire che la preoccupazione è tanta e che la psicosi che si sta venendo a creare può essere più che giustificata, vediamo cosa è successo: una ragazza cinese è stata fotografata in un paesino cinese portando un gatto al guinzaglio, al gatto ha fatto indossare una mascherina che gli copriva interamente la faccia, erano stati fatti giusto due buchi per fare uscire fuori gli occhi.

Questa foto è stata pubblicata su un noto social in Cina, e ci sono state reazioni sia positive che negative.

La cosa che bisogna chiarire, che ad oggi niente è ancora stato stabilito in base al Coronavirus con il contagio con gli animali, sembrerebbe di no, secondo l’OMS non ci sono prove che il virus possa essere trasmesso agli animali domestici.

Le raccomandazioni che comunque si fanno sempre, sono quelle di lavarsi sempre bene le mani dopo aver toccato qualsiasi animale, in modo da essere protetti da tutti i batteri che ci potrebbero essere, ricordiamo che la E.coli è la Salmonella possono essere trasmesse dagli animali all’uomo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp