Coronavirus: Jaguar Land Rover taglia 1.100 posti di lavoro

Jaguar Land Rover ha annunciato l’intenzione di tagliare 1.100 posti di lavoro per far fronte alle perdite dovute alla pandemia di Covid-19

Jaguar Land Rover ha annunciato l’intenzione di tagliare 1.100 posti di lavoro nel tentativo di far fronte al colpo finanziario ricevuto con la pandemia di Covid-19. La casa automobilistica britannica ha registrato una perdita al lordo delle imposte di £ 422 milioni ($ 531 milioni) nell’anno a marzo, oltre a una perdita al lordo delle imposte di £ 500 milioni ($ 629 milioni) nell’ultimo trimestre dello scorso anno. Jaguar Land Rover taglierà 1.100 posti di lavoro temporanei nei prossimi mesi, poiché stanno aumentando il loro obiettivo di riduzione dei costi per il prossimo anno da £ 1 miliardo a £ 5 miliardi ($ 6,3 miliardi). I nuovi tagli si aggiungono ai 5.000 posti di lavoro tagliati dall’azienda lo scorso anno.

Jaguar Land Rover ha annunciato l’intenzione di tagliare 1.100 posti di lavoro per far fronte alle perdite dovute alla pandemia di Covid-19

Gli ultimi tagli di posti di lavoro sono “un altro colpo devastante per il nostro settore automobilistico e le comunità che si affidano a loro per i posti di lavoro”, ha dichiarato Unite Union, aggiungendo che 400 posizioni andrebbero perse nella più grande fabbrica di Jaguar Land Rover, a Solihull, e il resto si diffonderà in tutto il resto dei loro siti.

La società ha dichiarato di aver ricevuto solo 22.000 ordini per il nuovo Land Rover Defender , un modello che Jaguar Land Rover spera di vendere in grandi volumi. Questa cifra è deludente secondo gli analisti che hanno parlato con il Financial Times, aggiungendo che è solo leggermente superiore al numero di vecchi Defender venduti nel suo ultimo anno di produzione, nel 2016.

La casa automobilistica ha iniziato a riaprire le fabbriche nel Regno Unito e in Europa, ma molte di esse funzionano a bassa capacità. Lo stabilimento di Jaguar Land Rover a Castle Bromwich rimane chiuso. “La società prevede di riprendere gradualmente la produzione per soddisfare la domanda in ripresa”, ha dichiarato la società inglese in una nota, aggiungendo che Solihull e Halewood sono aperti, così come la loro fabbrica slovacca.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: la produzione di Jaguar Land Rover è a rischio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp