Coronavirus: Lombardia, Liguria, Piemonte e Trento a rischio chiusura

Preoccupa la situazione di Lombardia, Piemonte, Liguria e Trento dove negli ultimi giorni sono aumentati i nuovi casi di coronavirus

A tre settimane dall’inizio della fase due in Italia i contagi di coronavirus tornano a salire. In particolare preoccupa la situazione di Lombardia, Piemonte, Liguria e Trento che rischiano di dover nuovamente tornare ad una chiusura. Giovanni Sebastiani, matematico del Cnr specializzato in modelli statistici ha dichiarato che in questo momento l’Italia sembra divisa in due. Infatti ci sono regioni dove ormai i casi di Covid-19 sono praticamente vicini allo zero. Questo è il caso ad esempio di Calabria, Sardegna, la provincia di Bolzano, la Valle d’Aosta, l’Umbria e la Basilicata.

Preoccupa la situazione di Lombardia, Piemonte, Liguria e Trento dove negli ultimi giorni sono aumentati i nuovi casi di coronavirus

Ci sono però delle regioni in cui la situazione non è altrettanto buona. Ci riferiamo soprattutto alla Lombardia ma anche alla Liguria e al Piemonte dove i dati relativi ai nuovi positivi al coronavirus continuano a rimanere alti. La preoccupazione aumenta se si pensa che gli effetti delle riaperture dello scorso 18 maggio inizieremo a vederli sono tra qualche giorno. In particolare entro il 3 giugno la situazione potrebbe essere più chiara.

Ricordiamo che in quella data dovrebbe essere reintrodotta la libertà di andare liberamente in altre regioni. Al momento è difficile capire se l’aumento registrato soprattutto in Lombardia, Piemonte e Liguria sia legato alle riaperture oppure ad un maggior numero di tamponi. Che ci sia un rialzo secondo Sebastiani è fisiologico viste le riaperture. Tuttavia occorre tenere questi numeri sotto controllo in quanto un eccessivo aumento dei nuovi positivi potrebbe portare ad un nuovo blocco in queste regioni.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: +117 le vittime registrate nelle ultime 24 ore in Italia

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp