Coronavirus: misteriosa sindrome nei bambini, ecco cosa sta succedendo

Coronavirus: è apparsa una nuova sindrome in Gran Bretagna per i ragazzi con un’età inferiore ai 19 anni, è da scoprire se è correlata al virus.

L’allarme arriva dalla Gran Bretagna: sta emergendo una nuova e misteriosa sindrome correlata al Coronavirus, che sta colpendo i bambini, preoccupando molti genitori. Vediamo di cosa stiamo parlando.

Misteriosa sindrome che sta colpendo i bambini: potrebbe essere collegata al Coronavirus

In Gran Bretagna le raccomandazioni per il Coronavirus e i suoi sintomi sono sempre gli stessi, difficoltà a respirare, febbre e tosse. Ma nelle ultime ore sta emergendo una nuova sindrome che colpirebbe i bambini e che potrebbe essere collegata al virus.

L’allarme è stato lanciato dal National Health Service di Londra a tutti i medici, per metterli al corrente di questa nuova emergenza; riguarda i bambini di tutte le età che manifestano uno stato infiammatorio multisistemico che necessita di cure intensive.

Questo nuovo allarme giunge proprio quando in molti Stati si sta tornando a scuola, in particolare gli alunni di scuole materne ed elementari. Questa nuova sindrome è comparsa circa tre settimane fa, ma le notizie vengono diramate proprio adesso, colpirebbe in età inferiore ai 19 anni.

Per i sintomi che presenterebbe questa nuova sindrome, si andrebbero ad aggiungere alle solite febbre, problemi respiratori e tosse, anche sintomi gastrointestinali, infiammazione cardiaca e dolori addominali; da aggiungere anche diarrea e vomito.

La cosa che preoccupa è che si parla di caratteristiche sovrapposte tra shock tossico e malattia atipica di Kawasaki, con manifestazione di ghiandole del collo gonfie, occhi rossi, arrossamento della lingua, labbra secche e screpolate ed eruzioni cutanee. La correlazione con il Coronavirus è d’obbligo, lo si accosta al fatto che questa nuova sindrome sia apparsa di recente.

La cosa che preoccupa ancora di più è che questo nuovo patogeno infettivo e non ancora identificato possa essere completamente nuovo e per questo non trascurabile. Il dubbio viene anche perché non tutti i bambini affetti da questa nuova sindrome hanno o hanno avuto in precedenza il Coronavirus.

Il problema inizia a preoccupare, anche se i casi, ad oggi, sono molto limitati e per questo si invitano i genitori a non allarmarsi e rivolgersi subito ai medici in caso di sintomi ei loro figli. Per dare supporto ai genitori, si raccomanda di non portare i soggetti colpiti al Pronto Soccorso, ma contattare il numero di emergenza; i sintomia cui fare attenzione sono dolore ai testicoli, eruzioni cutanee, convulsioni e labbra cianotiche.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp