Coronavirus, partono i lavori nei lidi: nessun rischio proveniente da mare e sabbia

Coronavirus: in alcune zone del sud partono i lavori nei lidi per prepararsi alla stagione balneare.

I dati che provengono dal sud sui contagi sono abbastanza confortanti, nonostante ci siano ancora numeri positivi. In particolare in Sicilia il Governatore Musumeci ha dato l’ok a tutti i gestori dei lidi per far partire i lavori sulle spiagge, nonostante ancora non si conoscono i tempi dell’inizio della stagione balneare.

Partono i lavori nei lidi, i primi ad attrezzarsi sono in Sicilia

Grande parte dei lidi siciliani, autorizzati dal Governatore della Sicilia, hanno iniziato i lavori in esterna, cercando di rispettare tutte le norme di sicurezza da attuare. Il Dipartimento delle malattie infettive predica prudenza e dichiara che se il trend dei contagi manterrà quello degli ultimi giorni si potrà iniziare a parlare di vacanze per gli italiani, dobbiamo avere la pazienza di aspettare ancora un po’ di tempo.

Per quanto riguarda acqua marina e sabbia, assicura Rezza, non ci sarà nessun rischio di contagio: il virus non si trasmette attraverso questi elementi, anzi, dalle ultime dichiarazioni che sono state fatte dal virologo Giulio Tarro  si evince che il mare e la spiaggia sono, invece, elementi che aiutano a combattere il Coronavirus.

In particolare è un po’ tutto il sud che sta aspettando notizie dal Governo per poter preparare i propri stabilimenti balneari alla prossima estate. Si stanno cercando di studiare soluzioni che mettano al riparo i bagnanti, ma anche gli stessi dipendenti delle strutture balneari, da possibili contagi, con tutte le dovute norme di sicurezza.

Si sta studiando come fare per permettere l’accesso ai lidi in modo graduale e senza affollamento: si pensa di far fittare l’ombrellone, il lettino o la sdraio telefonicamente oppure online , con uno spazio di tempo tra le prenotazioni.

Si studia anche di fare in modo che l’entrata dei lidi sia diversa dall’uscita e che nei bar si entri a turno e una persona per volta.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp