Coronavirus: prima vittima in Italia, una task force per trovare i contagiati

Coronavirus prima vittima in Italia, è morto il 78enne ricoverato in terapia intensiva, le ultime news.

Il coronavirus uccide anche in Italia, la prima vittima è Adriano Trevisan, un pensionato di 78 anni, originario di Monselice e viveva a Vo’ Euganeo. E’ morto ieri sera alle 22.45, era ricoverato in terapia intensiva, le sue condizioni erano critiche, è deceduto all’ospedale di Schiavonia.

Ecco le regioni colpite in Italia  e i casi accertati.

Casi in Lombardia

L’allarme è scattato quando il 38enne di Castiglione D’Adda (Lodi) si è ricoverato all’ospedale di Codogno. Contagiata anche la moglie e un conoscente, altre tre persone sono accomunate alla frequentazione dello stesso bar. Otto nuovi casi, tre dei sei contagiati hanno un ‘età compresa tra i 70 e gli 80 anni e frequentavano lo stesso bar.

Casi in Veneto

Anche i casi in Veneto riguardano due cittadini di cui uno di 78 (morto ieri alle 22.45) e uno di  67 anni.

Tante le misure intraprese: chiusura scuola, blocco treni e una task force per individuare tutti i contagiati, tutte le ultime informazioni qui: Coronavirus in Italia: 15 casi a Lodigiani, 2 casi nel Padovano, chiusi negozi e scuole, ultime news


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”