Coronavirus: psicosi in tutta Europa, la paura diventa intolleranza

In Europa psicosi globale da Coronavirus, la paura si trasforma in intolleranza.

La psicosi del Coronavirus sta prendendo tutta l’Europa e la paura si sta trasformando in intolleranza, ormai se ne sentono di tutti i colori, ormai l’ignoranza prende tutti in tutta Europa, c’è chi non vuole più far entrare i cinesi nei propri ristoranti, nei propri supermercati ed in ogni tipo di attività.

Andiamo a vedere cosa sta succedendo in Europa a causa del Coronavirus

Ormai sconvolge tutti, c’è il panico sul rischio di essere contaggiati, anche se gli studi scientifici hanno confermato che si tratta di epidemia e non di pandemia e che di conseguenza porta ad escludere la diffusione del virus su scala mondiale come purtroppo si sta dicendo sui social.

Ma in Europa è il caos, non tutti la pensano così, in tutta Europa si stanno venendo a creare dei veri e propri fenomeni di episodi di intolleranza verso la popolazione asiatica, e addirittura si vanno a mettere in discussione anche se si è concittadini.

Un episodio molto grave è accaduto in Svizzera, una ristoratrice peraltro cinese, ha vietato l’entrata nel suo ristorante di un gruppo di turisti cinesi dichiarando poi dopo l’accaduto alla stampa elvetica che questa situazione del virus la vive male e la inquieta. Continua dicendo che la sua scelta di non farli entrare è si per proteggere sé stessa ma anche gli altri clienti del ristorante.

Un’altra notizia ci arriva da Lucerna dove sempre una ristoratrice cinese rifiuta le prenotazioni nel suo ristorante a tutti quelli di nazionalità cinese, tranne che non siano passati prima in ospedale per farsi controllare.

Talmente che sia alta la psicosi, che c’è un dato che conferma questo. È record nella vendita di nascherine, addirittura in alcune farmacie che sono state prese d’assalto mancano, le aziende stanno avendo difficoltà a produrle e rifornire i commercianti di questo articolo.

Quello che ci sentiamo di dire è che in parte condividiamo le paure da parte di tutti, ma raccomandiamo anche di non esagerare con delle decisioni affrettate in merito.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp