Coronavirus: Renault e Honda prendono una decisione importante in Cina

Renault e Honda hanno comunicato nelle scorse ore che prolungheranno lo stop alla produzione nelle loro fabbriche in Cina a causa del Coronavirus

Renault prolungherà l’arresto nella sua fabbrica di Wuhan in Cina fino al 13 febbraio, in linea con i suggerimenti del governo cinese sul coronavirus per i lavoratori in città. Lo ha detto un portavoce della compagnia. Lo stabilimento Renault impiega circa 2.000 persone. Sarebbe dovuto riaprire il 10 febbraio. Honda prevede di prorogare il periodo di chiusura per i suoi tre stabilimenti automobilistici a Wuhan con il gruppo Dongfeng fino al 13 febbraio, ha riferito a Reuters un rappresentante dell’azienda lunedì.

Altre case automobilistiche nella zona, tra cui la rivale francese PSA Group, che produce automobili Peugeot, hanno adottato misure simili. Le due joint venture di Toyota, General Motors, Ford e Volkswagen Group China, hanno interrotto la produzione almeno fino al 9 febbraio. Sempre a causa del Coronavirus Ford ha anche cessato tutti i viaggi d’affari in Cina in entrata e in uscita dal Paese. Tesla prevede un ritardo fino a una settimana e mezza nel mezzo del previsto aumento della produzione nel suo nuovo stabilimento di Shanghai, il primo fuori dagli Stati Uniti .

Il direttore finanziario di Tesla, Zach Kirkhorn, ha dichiarato il 29 gennaio che il ritardo “potrebbe avere un leggero impatto sulla redditività per il trimestre” e Tesla sta monitorando se ci saranno interruzioni della catena di approvvigionamento per le auto costruite in California.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler e Renault: dopo l’addio di Bollorè si torna a parlare di fusione?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp