Coronavirus: riaperture dal 22 aprile in base al colore assegnato all’azienda, l’elenco

Elenco ufficiale dei colori assegnati alle diverse categorie di aziende in vista di una riapertura della attività nella fase 2 dell’emergenza coronavirus.

L’Italia riaprirà in base ai colori assegnati alle aziende, gli stessi colori del semaforo: rosso per chi riaprirà più tardi, giallo per chi riaprirà in un secondo tempo, verde per chi potrà riaprire per primo. Vediamo l’elenco completo con i colori assegnati alle aziende dalla task Force di Vittorio  Colao.

Riapertura fase 2 in base ai colori

La fase 2 dell’emergenza coronavirus, quindi, dovrebbe portare alla graduale riapertura di tutta l’Italia. Fino ad ora sono state fatte diverse ipotesi di quali attività potrebbero riapere ma ora il via libera dovrà venire dalla task Force nominata dal governo per guidare la fase 2.

Dal team di Colao sono stati individuati 3 colori per indicare il grado di rischio delle aziende. I lavori, infatti, potranno rientrare al lavoro solo nel rispetto di tutte le misure di sicurezza.

Per le aziende con il verde, quelle con minor rischio contagio, la riapertura potrebbe avvenire già nei prossimi giorni, presumibilmente tra il 22 ed il 28 aprile. Tra queste rientrano l’agricoltura, l’estrazione di minerali in cave e miniere, le attività manifatturiere, le costruzioni, il commercio all’ingrosso e al dettaglio, servizi di informazione e comunicazione (giornali, tv e cinema), attività finanziarie ed assicurative, immobiliari, professioni tecniche e scientifiche, noleggi ed agenzie di viaggi,

Per le aziende con il colore giallo la riapertura sarà consentita solo in un secondo momento. Il colore giallo identifica le aziende per trasporto e magazzinaggio, alloggio e ristorazione, pubblica amministrazione, sanità (con delle eccezioni), servizi per la persona (parrucchieri, estetisti e barbieri), le palestre, la scuola

Le aziende con il colore rosso, invece, sono quelle che attualmente sono ritenute ad alto rischio tra cui rientrano alcune categorie della sanità, il trasporto aereo, le attività artistiche, sportive e l’intrattenimento (concerti, spettacoli, cinema ed eventi, ad esempio).

In allegato potete trovare l’elenco completo e dettagliato delle attività con relativi colori assegnati: Tabella-classi-di-rischio-Colao


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.