Coronavirus: spesa online e come farla

La spesa online ai tempi del Coronavirus

Ormai siamo tutti in zona rossa, l’Italia è vicina ad essere blindata nella maggioranza delle sue attività a causa del Coronavirus e molti iniziano a pensare alla spesa online. Quali siti e quali modalità scegliere?

Spesa online per aggirare il Coronavirus

Bisogna stare a casa per arginare il rischio di contagio Coronavirus. E’ questa la principale disposizione data dal nostro governo, per evitare assembramenti e limitare i movimenti di persone e quindi di ipotetici infetti in giro per il paese, per le strade, quindi nei negozi. Molti sono bardati di mascherine, pochi fortunati si affidano alle scorte di amuchina per disinfettarsi, ma moltissimi altri potrebbero pensare o hanno già pensato, di affidarsi alla spesa online. Un metodo sicuro di acquistare beni di prima e seconda necessità, senza uscire di casa. Anche perché le consegne sono garantite. Dove fare la spesa online?

  • Eataly consegna gratuitamente gli ordini sopra i 39 euro a Milano, Roma e Torino.
  • EasyCoop permette di fare la spesa online, ma solo in alcune regioni, come Veneto, Emilia Romagna e Lazio
  • JustEat è un applicazione che vi permette di fare ordini su fast food, ristorazioni e pizzerie della vostra zona
  • Esselunga offre la spedizione gratuita per gli acquisti online alle persone che hanno più di 65 anni.
  • Amazon Prime con le consegne rapide anche in 24 ore consente di comprare articoli di qualunque genere, anche alimentare

Questi sono solo alcuni tra i principali siti e/o applicazioni per consentire la possibilità di fare spesa online ai tempi del Coronavirus.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp