Coronavirus: tre morti in Italia, oltre 130 casi di contagio, strade bloccate, scuole chiuse, stop a tutte le manifestazioni, ecco le ultime news

Il coronavirus in Italia ha già ucciso tre persone e ne ha contagiato al momento 130, strade bloccate, scuole chiuse, stop a tutte le manifestazioni, ecco tutte le ultime news

Il coronavirus in Italia ha già ucciso tre persone e ne ha contagiato al momento 130. La terza vittima è una donna, ricoverata a Crema, era una malata oncologica. I casi di contagio al momento sono 130, il numero dei contagi cresce enormemente. Blocchi stradali nel Lodigiano, Scuole chiuse in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, ma sicuramente a breve arriveranno nuove informazioni sulle chiusure delle scuole anche nel resto di Italia. Sospeso tutti gli eventi pubblici e anche il carnevale di Venezia, test su tutte le persone sospette che hanno avuto contatto con il virus.  

La maggior parte dei contagi ha come focolaio la Lombardia, per questo si è deciso la chiusura dei luoghi dalle ore 18,00 e anche in Veneto. Il Nord è stato blindato, divieto di ingresso e di allontanamento nella città. Chiuse scuole e università in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto. 

Ad Avellino in Campania si è accertato che non si tratta di Coronavirus, il ragazzo 27enne scappato da Codogno che aveva raggiunto la famiglia nell’Irpinia, non è stato contagiato, resta comunque per la famiglia, in via precauzionale la quarantena per 15 giorni. 

Stop agli adempimenti fiscali nelle aree colpite dall’emergenza Coronavirus. E’ quanto chiede il Presidente dell’Associazione italiana dottori commercialisti (AIDC), Andrea Ferrari, con una lettera inviata al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, con l’obiettivo di far applicare subito quanto previsto dall’articolo 9 della Legge 212/2000 (Statuto dei diritti del contribuente).

La previdenza non è mai troppa e tali situazioni ci fanno capire come non basti seguire solo le norme dichiarate dal Ministero della Salute. Anche la scuola vuole tutelare il più possibile la salute degli studenti italiani ed evitare esiti catastrofici. In tal caso, è stato annunciata la volontà di sospendere tutte le uscite scolastiche, i viaggi d’istruzione, più comunemente note come gite, sia in Italia che all’estero.

E’ stato chiesto ad un virologo dell’Università degli Studi di Milano se può essere utile indossare la mascherina per difendersi dal Coronavirus qui in Italia. Il Ministero della Salute per proteggere se stessi e gli altri, nelle zone a rischio e per ora non in tutto il territorio nazionale, raccomanda di fare attenzione a:

  • lavarsi le mani bene e spesso
  • starnutire all’altezza dei gomiti
  • evitare il cibo crudo e poco cotto
  • evitare bevande non imbottigliate

Il virologo continua dicendo che per ora non c’è necessità di usare le mascherine, non bisogna esagerare a metterci tutti le mascherine, il dottore, afferma che il fenomeno non è ancora devastante e per cui per adesso le mascherine non sono una necessità.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”