Coronavirus-Zanzare: sentiamo gli esperti cosa dicono in merito ad un possibile contagio

Coronavirus e zanzare: c’è il rischio contagio del virus?

Ormai è arrivata la primavera e con l’innalzamento delle temperature oltre i 20 gradi si spera che il virus vada attenuandosi, in quanto, secondo alcuni esperti, con il caldo i rischi da contagio diminuiscono. Con l’aumentare delle temperature, però, abbiamo anche il ritorno delle zanzare e molti si fanno una precisa domanda. A parte il fastidio che porta la zanzara, esse sono anche portatrici di infezioni. Quindi, cosa hanno a che fare con il Covid-19?

Le zanzare e il rapporto che hanno con il virus

Studi precisi sul ruolo che abbiano le zanzare e che non siano veicolo di trasmissione del Covid-19, non sono stati ancora fatti, ma gli esperti vogliono rassicurare le persone, in quanto l’ipotesi di contagio con una loro puntura è davvero poco probabile. Il Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive vuole rassicurare un po’ tutti e dichiara che il Covid-19 agisce per via respiratoria e con le goccioline di saliva; non è un virus che si trasmette tramite altri vettori, tipo una zanzara.

Dello stesso parere è anche il vicedirettore generale delle Iniziative Strategiche dell’OMS, che ritiene che le zanzare non siano portatrici di Covid-19. Come sappiamo la zanzara succhia il sangue, aprendo un varco nella pelle dell’umano.

Ad oggi non ci sono elementi che possano dimostrare la trasmissione attraverso la puntura della zanzara e poi, essendo un virus recente, non sembra essere esposto tanto da riuscire ad infettare l’insetto.

La particolarità riscontrata ad oggi del Covid-19 è che prende l’apparato respiratorio, mentre risulta assente nel sangue. Rimane l’idea del contagio da Covid-19  tramite le goccioline che vengono trasmesse tramite uno starnuto o con la tosse.

Attenzione: un discorso diverso è quello del contagio della malaria, che si può trasmettere con una puntura di zanzara, che si nutre di sangue per far maturare le uova, portandole da soggetto a soggetto e trasmettendo, così, la malattia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp