Corrispettivi giornalieri e trasmissione telematica, chiarimenti dall’Agenzia

Trasmissione elettroncia dei corrispettivi giornalieri, l’Agenzia delle Entrate in una consulenza giuridica fornisce importanti chiarimenti.

Trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, in base a una consulenza giuridica del 20 marzo 2019 n. 13, l’Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni aspetti sulle modalità e gli obblighi.

Corrispettivi giornalieri e trasmissione telematica

L’Agenzia delle Entrate, si è espressa in tema di trasmissione dei corrispettivi giornalieri. In particolare, i processi amministrativi e contabili interni e i sistemi informatici devono essere certificati come conformi prima o contestualmente all’entrata in funzione dei registratori o server telematici.

I termini per la conformità sono, in ogni caso, stabiliti al 1° gennaio 2020 per tutti gli esercenti e al 1° luglio 2019 per i contribuenti con volume d’affari oltre i 400.00 euro, compresi gli operatori che avevano optato per la trasmissione opzionale dei corrispettivi prevista per la grande distribuzione organizzata dalla legge 311/2004.

Corrispettivi giornalieri: la consulenza giuridica

Nella consulenza giuridica dell’Agenzia delle entrate si legge nello specifico che:

indipendentemente da qualsiasi opzione esercitata, a decorrere dal 1° luglio 2019 (per i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro) e dal 1° gennaio 2020 (per tutti gli altri); coloro che effettuano le operazioni di cui all’articolo 22 del decreto IVA hanno l’obbligo di memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle entrate i dati relativi ai corrispettivi giornalieri.

Ne deriva, anche alla luce della regola generale ante richiamata, che entro tali date i soggetti dalle stesse interessati devono procedere alla certificazione dei processi prevista […] dalle Specifiche Tecniche senza ulteriore dilazione.

È possibile leggere la consulenza giuridica dell’Agenzia delle Entrate qui: Consulenza giuridica – Associazione/Ordine – Articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127

Obbligo di rilascio scontrini fiscali

Un precedente Interpello dell’Agenzia delle Entrate n. 118 del 19 dicembre 2018, ricorda che dal 1° gennaio 2019 le imprese che operano nel settore della grande distribuzione potranno certificare i corrispettivi con le regole ordinarie, ossia mediante emissione dello scontrino/ricevuta fiscale, oppure avvalendosi del nuovo sistema di trasmissione telematica, mediante specifica opzione. Pertanto, dal 1° gennaio 2019, tutti i contribuenti che hanno optato per il regime di trasmissione telematica per la Grande distribuzione organizzata, in vigore sino al 31 dicembre 2018, sono obbligati al rilascio di scontrini fiscali a meno che non sia stata esercitata l’opzione per l’invio dei corrispettivi tramite registratori telematici.

Per maggiori chiarimenti leggi anche: Scontrini fiscali e corrispettivi telematici, cosa cambia dal 1° gennaio 2019

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”