COVID-19 può infettarti due volte? Il mistero sul coronavirus tormenta i medici

Coronavirus: Covid-19 potrebbe infettare di nuovo pazienti già positivi o non andarsene, ecco cosa sta accadendo in Corea del Sud

Tutti sperano che il virus che causa COVID-19 possa guarire nelle persone colpite in maniera definitiva. Ma alcuni rapporti provenienti dalla Corea del Sud fanno pensare che le infezioni possano essere “riattivate” o che gli infetti, una volta guariti, possano essere infettati nuovamente. Almeno 110 persone in Corea del Sud si sono dimostrate positive al virus pandemico dopo essere state ritenute “guarite”, secondo i rapporti. L’Organizzazione mondiale della sanità ha detto alla Reuters sabato che l’agenzia sta “lavorando duramente per ottenere informazioni” sui casi in questione.

Coronavirus: Covid-19 potrebbe infettare di nuovo pazienti già positivi o non andarsene, ecco cosa sta accadendo in Corea del Sud

Si ritiene che il virus possa essersi “riattivato” in alcune persone, oppure ancora che questi pazienti siano stati nuovamente infettati, o ancora che i test ripetuti potrebbero semplicemente raccogliere frammenti innocui di materiale genetico del virus che possono persistere per settimane o mesi anche dopo che una persona sia guarita. Potrebbe anche semplicemente trattarsi di test difettosi.

I funzionari sanitari canadesi stanno cercando di verificare le informazioni dalla Corea del Sud. “Penso che ci siano molte  ipotesi”, ha detto lunedì la dott.ssa Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica canadese. Tam ha affermato che è importante far sì che “i nostri partner internazionali si espandano maggiormente su ciò che sta realmente accadendo e forse, sì, avendo una collaborazione internazionale in termini di guardare a ciò che accade a qualcuno che è stato inizialmente infettato.

“In realtà non sappiamo se un test positivo significhi che esiste un virus vitale in quella particolare persona. Questa è una delle prime domande a cui effettivamente rispondere”, ha detto. Ma i casi misteriosi illustrano quanto poco si sappia del coronavirus COVID-19, “come il corpo umano effettivamente reagisca e cosa effettivamente accade a lungo termine”, ha detto Tam. Ciò potrebbe ostacolare gli sforzi erculei destinati allo sviluppo di vaccini e, in assenza di un vaccino, rendere più difficile l’immunità di gregge.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: la Corea del Nord insiste che non ha positivi al COVID-19


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp