Crisi delle scuole paritarie, parla Maria Stella Gelmini

Molti studenti italiani sono iscritti alle scuole paritarie le quali si distinguono per il costo di una retta. La Gelmini a tal proposito interviene a favore delle famiglie.

Sicuramente la scuola italiana non sta vivendo un bel momento e come può cerca di mandare avanti i propri programmi cercando anche di intrattenere i suoi studenti attraverso la didattica a distanza. Se con la scuola statale e pubblica i genitori non devono nulla, se non spendere annualemente quella somma che serve per i libri ed eccetera, lo stesso non si può dire delle scuole paritarie. Nello specifico parliamo di ben 12 mila scuole paritarie presenti in Italia, tra cui ritroviamo anche le laiche, che contano l’iscrizione di ben 150 mila studenti e 150 mila docenti e personale ATA. Dopo la Lega e Italia Viva, parla anche il partito di Berlusconi, Forza Italia, attraverso quella che fu l’ex ministro dell’Istruizione, Maria Stella Gelmini.

Maria Stella Gelmini parla della crisi delle scuole paritarie

Come sappiamo le scuole paritarie si differenziano per una caratteristica molto evidente: il costo.

Ogni scuola paritaria, infatti, presenta ad una famiglia una retta da sostenere, la quale è un’ulteriore spesa che si va ad aggiungere a quelle già quotidiane.

E’ proprio su questo argomento che si concentra il pensiero di Maria Stella Gelmini la quale propone la detraibilità integrale del costo delle rette sborsate dalle famiglie per le scuole paritarie, almeno per tutta la durata della chiusura delle scuole.

Un sostegno alle famiglie, quindi, e non a questa tipologia di scuola che come sappiamo godono di una ricchezza maggiore rispetto alle scuole statali.

Passiamo, adesso, all’altra parte della moneta: chi gestisce le scuole. In particolare parliamo degli asili nido e di come circa il 40% degli stessi possa chiudere a causa dell’emergenza da Coronavirus, licenziando, quindi, chiunque vi lavori all’interno.

 

Leggi anche:

Concorsi scuola per i docenti, cosa dice la ministra Azzolina?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.