Crisi di governo: inciderà sui pensionamenti con Opzione donna?

La crisi di governo permetterà a chi deve pensionarsi nel 2019 con l’opzione donna, di accedere alla quiescenza?

L’attuale crisi di governo sta destando molta preoccupazione nei cittadini italiani soprattutto a causa dei dubbi che essa ha sollevato riguardo il rischio di non poter accedere alla pensione con le misure prorogate o introdotte dall’attuale esecutivo. Proprio a tal proposito una nostra lettrice ci chiede:

Vorrei sapere se con la caduta del governo riuscirò lo stesso ad andare in pensione a dicembre 2019 con opzione donne grazie.

Opzione donna a rischio con crisi di governo?

Anche se il Parlamento dovesse essere sciolto, anche se la Lega dovesse ritirare i propri parlamentari le misure attualmente in vigore per accedere alla pensione non sarebbero a rischio. L’opzione donna, infatti, così come anche la quota 100 e il reddito di cittadinanza, sono misure introdotte dalle legge di Bilancio di quest’anno e regolate, poi, dal famoso decretone del marzo 2019. 

L’Opzione donna, quindi, anche se il governo dovesse cadere continuerà a permettere il pensionamento a tutte le lavoratrici dipendenti e autonome che hanno raggiunto i requisiti di accesso entro il 31 dicembre 2018. L’unica cosa che potrebbe accadere, al momento, è che il nuovo esecutivo non proroghi ancora la misura per gli anni a venire ma coloro che, soprattutto per l’opzione donna, hanno raggiunto i requisiti di pensionamento a fine 2018 hanno ormai cristallizzato il proprio diritto alla pensione con il regime sperimentale.

Può stare quindi tranquilla, la sua pensione sarà erogata a dicembre 2019 così come nelle sue previsioni.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.