Cristiano Ronaldo imita il gesto di Diego Simeone: cosa rischia?

Cristiano Ronaldo imita il gestaccio dell’allenatore Diego Simeone, e la Uefa apre un’indagine. Quale sarà il responso? Multa o squalifica?

Ad aprire un’inchiesta su Cristiano Ronaldo è la Uefa. Il motivo sarebbe l’eccessiva esultanza durante la partita di Juventus-Atletico Madrid. In particolare, il calciatore Pallone d’oro non ha fatto altro che ripetere il gesto de “los huevos” ,ripresentato a sua volta da Diego Simeone.

Anche se sei Cristiano Ronaldo rischi per cattiva condotta

Il gesto in questione sarebbe quello di toccarsi gli attributi, che il calciatore portoghese ha ripetuto più volte dopo il fischio finale. Il tutto accompagnato anche con degli insulti, poco carini, rivolti ai tifosi della squadra avversaria. Questo gestaccio, e gli stessi insulti, non sono passati inosservati. Pertanto, la commissione d’etica e disciplina dell’Uefa si è pronunciata in merito al gesto poco carino di Cristiano Ronaldo, definendo l’intera condotta “impropria”.

Il comunicato ufficiale

Ecco il testo ufficiale di Uefa nei confronti di Cristiano Ronaldo e del suo pessimo comportamento durante la partita:

“A seguito di un’indagine disciplinare condotta da un ispettore Uefa per l’etica e la disciplina, in conformità con l’articolo 55 del Regolamento Disciplinare Uefa, sono stati avviati procedimenti disciplinari a seguito della partita degli ottavi di Champions League tra Juventus Football e Atletico Madrid, giocata il 12 marzo in Italia”. L’indagine verte sul “comportamento improprio del giocatore Cristiano Ronaldo. L’Organo di Controllo, Etica e Disciplinare Uefa si occuperà del caso nella sua prossima riunione del 21 marzo.”

Squalifica o multa? Cosa rischia Cristiano Ronaldo

E’ questo il vero punto, la vera domanda che ora tutti si fanno, tifosi e non. Eppure dopo lo stesso gestaccio fatto da Diego Simeone, allenatore dell’Atletico e dopo l’amara conseguenza (una multa di ben 20mila euro), il Pallone d’Oro non avrebbe dovuto imitarlo, sapendo a cosa andava incontro. Sicuramente un gesto dettato dalla foga, sia nel primo che nel secondo caso, ma che non piace a chi vede il calcio e a chi lo giostra. Di conseguenza, una buona parte crede anche Cristiano Ronaldo faccia la stessa fine: si alla multa, no alla squalifica. Ma teniamo a bada i pensieri: bisognerà aspettare il giorno 21 marzo per vedere cosa accadrà.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.