Cumulo contributivo per pensione anticipata, ecco come funziona

Pensione anticipata con lo strumento Ape Sociale e con cumulo contributivo, quali possibilità con requisiti e scadenza.

Cumulo contributivo gratuito per accedere alla pensione anticipata e allo strumento Ape Sociale che permette di percepire un assegno per dodici mensilità all’anno, fino al raggiungimento dei requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia. Un lettore ci ha inviato un quesito specifico sul cumulo contributivo e la possibilità di accedere all’Ape Sociale. Questo strumento fa parte delle pensioni news del 2020.

Cumulo contributivo per pensione anticipata con Ape Sociale

Un lettore ci chiede: “Buongiorno vorrei sapere se i contributi versati all’ex inpdap
vengono conteggiati con gli altri del settore privato per raggiungere i 30 anni che occorrono per l’Ape Social. Grazie e a presto”

Il cumulo contributivo può essere esercitato dai lavoratori iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatorie per lavoratori dipendenti e per  lavoratori autonomi quali: mezzadri, commercianti, coltivatori diretti, artigiani: e dagli iscritti alla gestione separata Inps, oltre dagli iscritti alle forme esclusive e sostitutive quali: ex Enpals, ex Inpdap,  Fondo Elettrici, Fondo Volo, Fondo Telefonici, ecc. 

Nel caso specifico le regole per il cumulo contributo mantengono le caratteristiche illustrate nella circolare Inps numero 140/2017 per i lavoratori che intendono fruire della pensione di vecchiaia. 

Quindi, la prima cosa da fare è verificare le caratteristiche del cumulo contributivo. In riferimento allo strumento Ape Sociale, permette l’accesso alla pensione con il cumulo gratuito dei contributi. Nel calcolo è considerata tutta la contribuzione versata a qualsiasi titolo preso le varie gestioni previdenziali Inps, casse professionali e gestione separata, per i periodi non coincidenti. 

Nel 2020 per accedere alla pensione anticipata con Ape Sociale l’ultima data disponibile è il 30 novembre. Si chiama istanza tardiva e sarà considerata fino ad esaurimento dei fondi stanziati. Nel 2021 l’Ape sociale, sarà rinnovata, almeno dalle indiscrezioni che trapelano dagli incontri tecnici tra governo e sindacati. Per approfondire l’argomento sulle ultime news, consiglio di consultare:Pensioni: subito Ape Sociale e Opzione donna con requisiti rafforzati, riforma per delega dal 2022

Bisogna precisare che per aderire all’Ape Sociale i requisiti richiesti sono:

  • 63 anni di età e 30 anni di contributi se: lavoratore disoccupato e da più di tre mesi ha terminato di percepire la Naspi; lavoratore disabile con una percentuale al 74%; lavoratore ‘Caregiver’ che da almeno sei mesi assiste il familiare con handicap;
  • 63 anni di età e 36 anni di contributi per i lavoratori che svolgono mansioni gravose e usuranti. 

Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”