Cuori rustici di pasta brisé, ripieni di prosciutto e carciofi.

Cuori rustici, un’idea da preparare per la cena di San Valentino. Un guscio di pasta brisé, ripieno di una crema di carciofi e prosciutto cotto

Cuori rustici; un guscio di pasta brisé inoltre ripieno da una crema fatta con prosciutto e carciofi. Un’idea facile e saporita, da preparare in occasione di un aperitivo ma anche per antipasto; di un pranzo e non solo. Il cuore è il simbolo d’affetto per eccellenza, quindi sarebbe perfetto prepararlo per la prossima festa di San Valentino; inoltre si prepara in fretta. Andiamo a scoprire cosa occorre.

Cuori rustici ripieni

Ingredienti per 6/8 pezzi

  • Pasta brisé
  • Carciofi sott’olio 4
  • Prosciutto cotto 4/5 fette
  • Pepe
  • Provola o scamorza q.b

Preparazione

Iniziare con preparare la pasta brisé; seguendo dosi e procedimento qui. Quando la pasta è pronta e riposata, la stendiamo e la ritagliamo della misura un po’ più grande dello stampino. Infarinare il lato di pasta che va a contatto con lo stampino; non serve imburrare, dopo aver formato tutti quelli che servono li appoggiamo in frigo a riposare 15/20 minuti. Nel frattempo prepariamo la crema ai carciofi; mettendoli in un mixer con il prosciutto e un po’ di pepe, tritare il tutto finemente, tagliamo anche la scamorza in cubetti.preparazione cuori rustici A questo punto prelevare dal frigo i gusci, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e li riempiamo col ripieno, distribuire i cubetti di scamorza in superficie. Con i ritagli di pasta che avanzano fare delle griglie a piacere. infornata cuori rusticiInfornare, appoggiati in una teglia in forno caldo a 220° ventilato per 20/25 minuti, devono essere leggermente dorati. Servire anche freddi sono ottimi. Guarda anche: Fagottini rustici con speck e provola antipasto sfizioso

interno dei cuori rustici


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.