Cure naturali: star bene con piante e radici, alcuni consigli utili

Le cure naturali: questi rimedi, utili e naturali, si trovano in commercio come tisane o integratori e sono anche importanti ingredienti  di numerose ricette di cucina.

Cure naturali per star bene con piante e radici, quali sono e a cosa servono? Premesso che, in patologie gravi  o allo stato acuto, è indispensabile ricorrere ai farmaci allopatici, da secoli per altre forme morbose meno allarmarti la medicina e la farmacologia consigliano l’utilizzo, anche in associazione, di prodotti naturali o omeopatici derivanti dalla lavorazione di varie sostanze dalle riconosciute e più varie proprietà benefiche; il più conosciuto, tra queste, è sicuramente il miele le cui virtù sono apprezzate dai tempi di Aristotele, sia come lenitivo che come antinfiammatorio; sempre prodotta dalle api vi è poi la propoli utilizzata in gocce o come componente di integratori per la cura delle infezioni delle vie respiratorie; per le sue qualità antibatteriche ed energizzanti viene utilizzato lo zenzero (una radice di origine orientale) mentre, come immunostimolante e antivirale, è da sempre molto apprezzata l’echinacea; da alcuni anni, come detergente e cicatrizzante delle ferite nonché coadiuvante della funzionalità intestinale, viene richiesta l’aloe ( pianta utilizzata anche nella cosmesi).

Vi sono poi gli oli essenziali, come tea tre, origano e timo che, per la loro formulazione concentrata, debbono essere usati in piccole dosi(gocce) per non provocare fenomeni di sensibilizzazione e/o irritazione di cute e mucose.

Cure naturali: utilizzo e controindicazioni

Proprio perché naturali i farmaci omeopatici, per spiegare tutti i loro effetti, debbono essere assunti per lunghi periodi non dando luogo a problemi di assuefazione come gli allopatici; devono però essere sempre assunti secondo una precisa prescrizione medica che ne stabilisca il dosaggio, la quantità ed i tempi delle varie somministrazioni anche per evitare abusi trovandoci, comunque, in presenza di farmaci che se utilizzati in modo errato o senza controllo possono provocare danni e avere effetti collaterali.

Uso veterinario

Come antiparassitari per i nostri animali domestici vengono spesso utilizzati, con ottimi risultati, gli oli essenziali di geranio e origano mentre, nelle costipazioni di cani e gatti, può risultare molto utile la somministrazione agli stessi di echinacea. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Dott. Bruno Cotronei

Bruno Cotronei, magistrato emerito ha svolto per 37 anni l'attività giurisdizionale iniziando correnti di valutazione giuridica utilizzate ora anche dalle Alte Corti; studioso di storia e scienza dell'alimentazione ha approfondito ricerche, per la prima, sull'età contemporanea e,per la seconda,sulle fibre alimentari e la loro incidenza sul regime alimentare; cultore di sport e giornalismo è stato un atleta amatoriale e ha collaborato per molti anni con il Gruppo Editoriale Pellegrini di Cosenza.