Daily Tampon, il test salivare made in Italy che dà il risultato in 3 minuti

Daily Tampon, sviluppato dalla Allum, è un test salivare rapido in grado di rilevare la positività al Coronavirus in soli tre minuti

L’hanno chiamato Daily Tampon ed è un test rapido per verificare la positività o meno al Coronavirus. È stato sviluppato da un’azienda brianzola, si avvale dell’analisi della saliva ed è in grado di dare il riscontro in circa 3 minuti. 

Daily Tampon, come funziona

Si tratta di un test salivare super rapido. L’operatore sanitario preleva un campione di saliva dal paziente, utilizzando il consueto cotton-fioc. Questo viene poi appoggiato sul tampone, insieme a tre reagenti capaci di individuare il marcatore dell’RNA virale. Basta, infine, aspettare tre minuti per ottenere il risultato. Analogamente a quello sviluppato in America, anche in questo caso la positività viene indicata come fosse un test di gravidanza. Due linee risultato positivo, una sola negativo. 

Il test è stato prodotto dall’azienda Allum, che ha sede a Merate (Lecco), insieme con i ricercatori dell’Università del Sannio. L’azienda brianzola da oltre quarant’anni si occupa di sistemi di illuminazione e, come molte altre, durante il lockdown ha dovuto rivedere il proprio assetto. L’idea di sviluppare un test rapido per il Coronavirus è nata grazie alla collaborazione con il professor Pasquale Vito, docente di genetica all’Università degli Studi del Sannio, e con lo spin-off universitario Genus Biotech. 

Il parere del Ministero della Salute

In un primo momento era giunta la comunicazione che Daily Tampon avesse ricevuto l’approvazione da parte del Ministero della Salute. Ciononostante il Dicastero di via Ribotta si è affrettato a smentire. Nella nota, infatti, si legge che la ricerca su tutti i test rapidi prosegue, con particolare interesse a quello salivare. 

Tuttavia per quanto riguarda quello progettato dalla Allum, non è ancora arrivata alcuna validazione da parte del Ministero, sebbene siano state rispettate tutte le procedure di sperimentazione e documentazione. Qualora ci fosse l’approvazione sarebbe un valido alleato per gli operatori sanitari, ad un prezzo comunque contenuto, come sottolineato dalla stessa azienda. La Allum, inoltre, si dice pronta a produrne circa 20milioni. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp