Dazi Usa contro la UE, stangata in Italia su formaggi e prosciutto

Per quanto riguarda l’Italia e i dazi, è probabile che ci sarà una stangata su formaggi e prosciutto, si dovrebbero salvare vino e olio.

Per quanto riguarda l’Italia e i dazi, è probabile che ci sarà una stangata su formaggi e prosciutto, si dovrebbero salvare vino e olio. Scatteranno dal 18 ottobre i dazi USA, e ammonteranno a 7,5 miliardi di dollari contro l’unione Europea, lo ha reso noto il dipartimento del Commercio statunitense, dopo il verdetto Wto, che attribuisce agli Stati Uniti di applicare i dazi sui prodotti importati dall’Europa.

Come si è arrivati a questa situazione

La Wto a dato a Washington il via libera alle tariffe su beni di importazione UE pari a 7,5 miliardi di dollari in rappresaglia per il supporto illegale del blocco Europeo ad Airbus, rea di aver fornito aiuti di stato al consorzio europeo che produce la linea Airbus, autorizzando così gli Stati Uniti a imporre dazi. Purtroppo questi dazi colpiranno anche l’Italia, i prodotti colpiti saranno parmigiano, pecorino e prosciutti, salvi olio e vino, per ora, in più il 10% su grandi aerei e il 25% su prodotti agricoli e industriali. Non solo in Italia verrà colpita il settore agroalimentare, ma ne subiranno conseguenze anche la moda, la cosmetica, i metalli, le moto, i materiali da costruzione, potremmo essere dopo la Francia, il Paese più colpito.

Questa sentenza ha segnato un momento chiave nella disputa ultradecennale tra i due blocchi economici, e nei prossimi mesi si attende un pronunciamento analogo contro gli aiuti concessi a Boeing. La notizia ha provocato reazioni in Europa, e il nostro premier Giuseppe Conte è intervenuto dichiarando che questa è stata una misura molto seria nei confronti dell’Italia, e spera di ottenere un po’ di attenzione da parte dell’allegato America, su quelle che sono alcune delle nostre produzioni che si ritengono strategiche sul piano internazionale.

Dalla Francia arriva una dura risposta da parte del ministro francese, e dichiara che questa è una decisione che danneggera’ molto il Paese, ma ha anche assicurato che in caso di sanzioni statunitense, saranno pronti a rispondere fermamente.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp