Ddl smart-working: dagli orari alla reperibilità, tutte le novità sul lavoro agile

Fra i punti contenuti nel Ddl sullo smart-working, presentato in Commissione lavoro del Senato, spiccano orari di reperibilità, pause e tutele sanitarie

É stato depositato in Commissione lavoro del Senato il Ddl sullo smart-working, in cui vengono stabiliti limiti e modalità del lavoro da remoto. In particolare si disciplinano gli orari, le fasce di reperibilità e i riposi. Il ddl sullo smart-working è stato firmato da 21 esponenti del Movimento 5 Stelle, prima fra tutti la senatrice Sabrina Ricciardi.

Ddl smart-working: cosa prevede 

Con la proroga al 15 ottobre dello stato di emergenza, è stata prorogata anche la possibilità di ricorrere al lavoro da casa. Il Ddl sullo smart-working risponde principalmente alla richiesta di avere regole concrete sulle modalità del lavoro agile. Primo fra tutti il diritto alla disconnessione. 

Il disegno di legge mira, infatti, al “riordino della disciplina in materia di lavoro agile e l’introduzione del diritto alla disconnessione per il benessere psico-fisico dei lavoratori e dei loro affetti”. In primis viene disciplinato l’orario di lavoro, che non deve superare le 13 ore giornaliere. Il riposo minimo è di 11 ore, o di 48 nel caso in cui si lavori per cinque giorni consecutivi. Vengono poi chiarite le fasce di reperibilità, ossia i momenti al di fuori dei quai il lavoratore non può essere contattato.

Tutela sanitaria e pause

Il ddl sullo smart-working preve che i dipendenti che svolgono il proprio lavoro da remoto godano della stessa sorveglianza sanitaria e tutela in caso di malattia o infortunio di chi lavora in sede.

Inoltre, per chi lavora sistematicamente con il computer, per almeno tre ore continuative al giorno, è prevista una pausa di 15 minuti ogni due ore. Il disegno di legge, infatti, impone ai datori di lavoro interessati l’obbligo di dare disposizioni in tal senso a tutti i dipendenti che svolgono il proprio lavoro davanti ad un monitor. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp