Decreto “Cura Italia”: concorsi pubblici sospesi, ecco le novità

Il decreto legge “Cura Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020 n. 18, ha introdotto novità anche sui concorsi pubblici. Ecco quali.

Il decreto legge “Cura Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020 n. 18, ha introdotto novità anche sui concorsi pubblici. Nel frattempo, il ministro dell’istruzione, Lucia Azzolina, ha confermato la pubblicazione dei bandi di concorso docenti 2020, anche se le prove inizieranno tra un paio di mesi, come disposto dal decreto “Cura Italia”.

Decreto “Cura Italia” e concorsi: sospesi per due mesi (art. 87, c. 5)

Il Decreto “Cura Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 18 del 17 marzo 2020, contiene la disposizione di sospensione di tutti i concorsi pubblici per 60 giorni.

Ma cosa vuol dire sospendere un concorso? Sospendere un concorso significa che le prove preselettive e quelle d’esame, in programma in questo periodo, non saranno svolte, ma riprogrammate a data da destinare.

La pubblicazione dei bandi di concorso, invece, in Gazzetta Ufficiale prosegue senza problemi, così come restano validi i concorsi pubblicati precedentemente all’emergenza per coronavirus.

Comunque, come ha affermato il ministro della pubblica amministrazione, Fabiana Dadone, i concorsi sospesi sono quelli che prevedono la partecipazione di molti concorrenti, mentre potranno svolgersi tutte quelle procedure dove i candidati vengono valutati sui titoli o tramite modalità telematica.

Concorsi scuola: a che punto siamo

I concorsi della scuola che dovevano essere pubblicati alla fine di dicembre, ma che il decreto “Milleproroghe” ha rinviato a fine aprile, rischia, a causa dell’emergenza sanitaria per coronavirus in corso in Italia, di essere rimandato ulteriormente.

Il ministro Azzolina afferma con sicurezza che i bandi saranno pubblicati entro maggio, ma che le prove d’esame non potranno essere effettuate prima di 60 giorni, come è stato disposto dall’ultimo decreto “Cura Italia”.

Per quanto riguarda le prove preselettive del TFA sostegno 5° ciclo, che il decreto dell’11 marzo 2020 aveva fissato per il 18 e il 19 maggio, per il momento sono confermate. Così come, confermata alla fine di maggio, il termine del 4° ciclo TFA sostegno.

Comunque, come sappiamo la situazione è in divenire e, quindi, potrebbe esserci un nuovo slittamento. Non resta che aspettare nuove disposizioni dal Ministero dell’istruzione e dallo stesso Governo.

Leggi anche: Coronavirus, proroga carta d’identità, iscrizioni, pignoramenti e fermi amministrativi PRA Pec o email


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp