Decreto Fiscale: scompare il saldo e stralcio

Non c’è più il saldo e stralcio e la misura della pace fiscale, prevista per i contribuenti con difficoltà economiche, nella conversione in legge del Decreto Fiscale. Ecco le novità

Non c’è più il saldo e stralcio e la misura della pace fiscale, prevista per i contribuenti con difficoltà economiche, nella conversione in legge del Decreto Fiscale, analizziamo i  dettagli.
La camera ha definitivamente approvata la legge di conversione del Decreto Fiscale, ma al suo interno è scomparso il saldo e stralcio in base all’ISEE, e anche la misura rivolta ai contribuenti in difficoltà economiche che erano state inserite nel capitolo dedicato alla pace fiscale.

DL Fiscali: le semplificazioni apportate

Ci sono state modifiche nel Dl Fiscale al riguardo della Rottamazione Ter, le rate sono state portate a 18, e il numero di giorni di tolleranza a 5 prima che scatti il declino in caso di mancato versamento di una o più rate. Un’altra modifica riguarda le liti fiscali pendenti, sono stati aumentati gli sconti e introdotta una sanatoria per chi hanno vinto il ricorso in primo e secondo grado. Possono, versando il 5% della pretesa fiscale, evitare che l’Amministrazione ricorra in Cassazione.
Il ruolo della Guardia di Finanza, che diventa equiparato a quello dell’Agenzia delle Entrate, consentendo l’accesso diretto all’anagrafe tributaria e la pianificazione dell’attività di accertamento in modo che possono valutare le attività a rischio.

Saldo e stralcio: non c’è più nel DL fiscale

Nella pace fiscale non c’è più traccia della possibilità di poter sanare le omissioni dichiarative con l’integrazione dei redditi o ricavi originariamente non dichiarati.
Inoltre non viene neanche approvata la proposta che consentiva di regolarizzare tramite rateizzazione e senza sanzioni, le imposte dichiarate e non versate dai contribuenti per difficoltà economiche. Questa era una delle misure molto attesa dagli autonomi e imprese che per mancanza di liquidità avevano difficoltà nel versamento delle imposte.
Adesso non ci resta di aspettare di conoscere il testo della manovra, la legge di bilancio 2019.
Il saldo e stralcio dovrebbe far ritorno nel testo della Legge di Stabilità, inserito nel maxi-emendamento in esame presso le commissioni e da presentare, successivamente, in Senato, dove sicuramente verrà posto il voto di fiducia.

Decreto fiscale 119/2018, converito in legge dal Parlamento, le novità introdotte


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.