Decreto scuola: esami, promozione, graduatorie, libri di testo, assunzioni. Tutte le misure

Tutte le misure previste dal decreto scuola: dagli esami di maturità all’ammissione alla classe successiva, dalle graduatorie ai concorsi, passando anche per le gite scolastiche e la didattica a distanza.

E’ arrivato il via libera del Consiglio dei Ministri al Decreto scuola che contiene tutte le linee guida per affrontare quest’anno scolastico in emergenza coronavirus. Le disposizioni che si attendevano con più ansia erano senza dubbio quelle riguardanti l’anno scolastico in corso, gli esami di terza media e di Maturità e l’ammissione alla classe successiva degli studenti.

Non mancano, però, disposizioni sulle graduatorie, su nuove assunzioni e sulla didattica online. Vediamo cosa prevede il decreto scuola che mette al sicuro l’anno scolastico in corso per consentire agli studenti di riprendere le attività scolastiche dal prossimo anno scolastico.

Il Ministro Azzolina sottolinea che tutto quello che gli studenti sono riusciti a fare con la didattica online sarà valorizzato ma ciò che non si è potuto fare sarà senza dubbio recuperato proprio nell’interesse degli studenti, che sono al centro del diritto allo studio. Il Ministro assicura che anche nelle condizioni di emergenza che stiamo vivendo la valutazione dell’anno scolastico sarà svolta in maniera seria e coerente.

Decreto scuola ed esami

L’Esame di Stato, al momento resta un punto interrogativo e la modalità di svolgimento è subordinata alla ripresa dell’attività scolastica entro il 18 maggio.Se le attività riprenderanno entro tale date, quindi,  l’esame potrà essere fatto a scuola sarà senza dubbio semplificato e presieduto da una commissione interna (ed un solo membro esterno). Si prevede una prova scritta di italiano, una seconda prova decisa dalla commissione e l’esame orale. La seconda prova, quindi, non sarebbe in ogni caso decisa dal Ministero ma dalla singola scuola in base al programma svolto.

Se non sarà possibile svolgere l’Esame in presenza, sarà prevista la sola prova orale ma resta ferma l’esigenza di raggiungere almeno i 60/100 per essere promossi ed ottenere il diploma.

Per l’esame di terza media, invece, in ogni caso si prevede che sia semplificato anche se sarà possibile svolgerlo a scuola.  Se il rientro a scuola , invece, non avverrà per il 18 maggio, sarà il Consiglio di Classe a provvedere alla valutazione di ogni studente anche a fronte della presentazione di un elaborato.

Anno successivo e promozione

Il decreto scuola ha previsto la promozione per tutti, o meglio l’ammissione alla classe successiva anche se non è previsto il 6 politico. Ogni studente sarà valutato in base al reale impegno ma a settembre saranno previsti corsi di recupero (di solito limitati agli studenti con insufficienze) per tutti volti a recuperare gli apprendimenti di quest’anno.

Se non si rientrerà a scuola entro il 18 maggio per il prossimo anno scolastico è prevista la riconferma dei libri di testo adottati per il 2019/2020.

Assunzioni, graduatorie, gite e didattica a distanza

Nel decreto contenuto anche uno sblocco delle assunzioni che prevede la copertura dei 4500 posti liberati dai pensionamento con quota 100 (estate 2019) su cui saranno collocati vincitori del concorso o coloro che sono presenti nelle GAE.

Blocco del rinnovo delle graduatorie di Istituto per l’anno 2020/2021. Confermata, poi la possibilità di bandire i concorsi.

Confermato lo stop alle gite scolastiche anche nel caso che l’attività scolastica dovesse riprendere prima di giugno.

Il decreto Suola, inoltre rende obbligatoria la didattica a distanza che, quindi, dovrà essere garantita a tutti gli studenti.

Leggi anche: Decreto scuola è approvato, tutto quello che c’è da sapere


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.