Deepfake: Facebook li vieta

Facebook pone limiti al deepfake

Crescente la mania del deepfake, quella tecnologia virtuale che permette di sostituire volti umani e rischiare di diffondere così confusioni e curiose imitazioni. Facebook ha stabilito, però che il deepfake sarà vietato sul social per evitare la possibilità di diffamazione e divulgazione di fake news.

Deepfake, Facebook li mette al bando

Nel 2020 il deepfake trova il divieto su Facebook. La piattaforma di Zuckerberg ha deciso di evitare diffusioni confusionarie e diffamatorie, con video che si rivelano di ottima rielaborazione attraverso l’intelligenza artificiale, in cui spesso personaggi celebri vengono utilizzati per dire cose non veritiere, spesso col semplice intento satirico, altre volte con l’intento di diffondere fake news. Tutti i video che sembreranno autentici ad occhi meno esperti saranno dunque banditi dalla piattaforma.

il deepfake al tempo di Facebook

Diffuso spesso anche in ambito pornografico, il deepfake nasce proprio per modificare i volti delle pornoattrici, sostituendoli con quelli di celebrità del mondo del cinema, della musica o dello spettacolo in generale. Questa tecnologia di sostituzione del volto è divenuta un vero e proprio “giochino” attuato nel web con appositi software informatici e, di recente, utilizzato anche per programmi satirici o video di fake news, con l’intento di fare propaganda politica. Il deepfake è sfuggito al controllo degli smanettoni del web e del potere mediatico, pertanto Facebook ha pensato bene di bandirne la condivisione sul proprio social, a maggior ragione nei periodi di propaganda politica. Tuttavia, Facebook garantisce che i video di minor qualità di deepfake, con dichiarato intento umoristico saranno tollerati e pubblicabili.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp