Depilazione laser: le 5 cose da sapere

La depilazione con il laser risulta essere quella definitiva, ma davvero sappiamo tutto riguardo l’argomento? Ecco le risposte alle domande più particolari.

E’ vero, siamo in periodo di Pasqua. E’ ancora presto per parlare di estate, ma è bene anticiparsi e conoscere qualcosa in più su uno degli strumenti utilizzati per rimuovere la peluria. Al giorno d’oggi, poi, questo argomento interessa sia uomini che donne. C’è chi utilizza la ceretta, chi la lametta, e chi può, il trattamento laser, che sarebbe un trattamento di epilazione definitiva. Quest’ultima necessita dalle 7 alle 10 sedute, e che permette di essere definitivamente senza peli. Ma sappiamo davvero tutto della epilazione laser? Vediamo cosa bisogna conoscere prima di fare questo passo molto importante.

Cos’è l’epilazione laser

L’epilazione laser si serve di energia luminosa, trasformata in energia termica, o più banalmente, in calore, a una specifica lunghezza d’onda. In definitiva, avremo dal laser un unico tipo di luce, di un’unica lunghezza d’onda, assorbita solo dalla melanina contenuta nel bulbo del pelo. Per poter fare l’epilazione laser, bisogna lasciar crescere i peli per quattro settimane, per poi rasarli due giorni prima. A termine della seduta si stende una crema lenitiva. Attenzione: dopo il processo, non bisogna esporre la pelle al sole per le quattro settimane che seguono.

1: Sì alla pelle sensibile

Non è vero che chi ha una pelle sensibile non può fare l’epilazione laser, anche perché si può modificare l’intensità dell’energia utilizzata in rapporto alla pelle. Ovviamente, bisogna chiedere consiglio al dermatologo.

2: E’ davvero efficace?

Questa domanda ha una risposta affermativa: sì, il laser è efficace e anche molto rapido. Durante ogni seduta, pian piano viene distrutto il bulbo del pelo. Più il pelo è grosso e scuro più il laser è efficace: pertanto, non c’è pelo che il tale metodo non possa distruggere. Può essere usato tranquillamente in zone inguine, ascelle e mezza gamba. Sembrerebbe strano, ma se i peli sono chiari, con minor melanina e sottili, il processo è meno efficace. Per le donne sono consigliate 8 sedute, e per gli uomini 10. Vi consigliamo di non andare dall’estetista: i dispositivi laser presso un medico estetico sono più potenti e di quelli presenti dall’estetista.

3: La pelle può essere macchiata dal laser?

Questa domanda merita una risposta molto più dettagliata e chiara. Abbiamo tre tipologie di laser: ad alessandrite, al diodo e il neodimioyag. Tutti e tre i laser vengono assorbiti dalla melanina del bulbo pilifero, ma ognuno ha un impatto differente: l’alessandrite viene utilizzato sulla pelle chiarissima, neodimio yag sulla pelle pigmentata (persone con pelle nera). Dato che il laser ha come target la melanina nei peli, questo comporta dei minor rischi di macchie e iperpigmentazione. Se poi, dopo le sedute esponete la pelle al sole, allora sì che in questo momento ci si può macchiare la pelle.

4: E’ doloroso?

Questo dipende dalla zona del corpo che è interessata al laser. Ad esempio, il laser può essere doloroso in zone sensibili, come l’inguine o le ascelle. Un altro fattore da tenere in considerazione per le donne è il mestruo. Nella fase che lo precede, le zone del corpo in questo periodo sono molto sensibili al dolore e mal lo sopportano.

5: E per la pelle abbronzata?

In tal caso, bisogna utilizzare soltanto il laser a neodimio yag, dato che non viene assorbito dalla melanina della cute.

Attenzione: consigliamo di fare il trattamento laser presso un medico estetico, soprattutto, o presso un centro estetico. Nel caso di un trattamento fai da te, vi consigliamo sempre di chiedere informazioni a dei professionisti nel settore.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.