Detrazione familiari a carico: figlio e nuora nullatenenti vi rientrano?

Quando spettano le detrazioni per familiari a carico per figli e nuore che non hanno reddito e sono mantenuti dal contribuente? Vediamo cosa prevede la normativa vigente.

Rientrano nelle detrazioni per familiari a carico tutti i componenti del nucleo familiare che non abbiano un reddito superiore a 2840,51 euro (per i figli, fino al compimento dei 24 euro tale reddito è elevato a 4mila euro). Qualsiasi contribuente, quindi, che abbia dei familiari a carico può fruire delle detrazioni spettanti.

Detrazioni familiari a carico

Una nostra lettrice, in merito alle detrazioni familiari a carico ci chiede: Desidero sapere se posso usufruire della detrazione per il figlio , e per la nuora ( entrambi nulla tenenti ) a mio carico. Grazie.

Rientrano tra i familiari a carico per i quali si può fruire delle detrazioni per familiare a carico:

  • il coniuge non effettivamente e legalmente separato
  • i figli (vi rientrano anche figli adottivi e quelli affidatari)
  • altri familiari a carico (tra cui rientrano genitori, nuore, generi, suoceri, fratelli e sorelle, nipoti e nonni).

Quali sono le condizioni che fanno si che un familiare risulti a carico del contribuente? Innanzitutto il reddito che deve essere inferiore, come specificato sopra, a 2840 euro annui (solo per i figli fino al compimento dei 24 anni di età tale reddito è elevato a 4 mila euro).

Ma è necessario che un familiare, per essere a carico, oltre al possesso del reddito inferiore a quello stabilito, sia anche convivente con il contribuente (solo per i figli la convivenza non è espressamente richiesta e possono essere a carico anche senza la convivenza con i genitori). Per tutti gli altri familiari, invece, è richiesta la convivenza con il contribuente che dichiari lo stato di carico fiscale del familiare (l’alternativa alla convivenza, per gli altri familiari, può essere data anche dal fatto che ricevano assegni alimentari che non risultino stabiliti dall’autorità giudiziaria).

Nel caso che espone, quindi, suo figlio può essere fiscalmente a suo carico anche se non convive con lei. Per sua nuora, invece, è necessaria la convivenza o il dimostrare che la mantiene tramite assegni alimentari.

Se soddisfa questi requisiti, di conseguenza, può inserire nella dichiarazione dei redditi la detrazione spettante per tali familiari a carico (o richiederne la detrazione direttamente in busta paga ricevendola mese per mese) indicando il loro nome, cognome, codice fiscale e grado di parentela nella compilazione della dichiarazione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.