Detrazione infissi, si possono detrarre nuovi costi, i chiarimenti dell’Agenzia

Per la detrazione per infissi esterni, interviene l’Agenzia dell’Entrata per ulteriori chiarimenti sulla detraibilità dei lavori a corredo

La norma che regola la detrazione sugli interventi edilizi a volte non è di facile interpretazione, l’Agenzia dell’Entrate è intervenuta la riguardo della detraibilità delle spese sostenute per la sostituzione degli infissi esterni. Un contribuente ha presentato un interpello a cui l’Agenzia delle Entrate ha risposto il 16 settembre 2019 on la risposta n. 383, dà alcuni chiarimenti su questo caso specifico, mettendo in chiaro quando è ammessa la detrazione fiscale per il cambio serramenti.

Sostituzione infissi esterni: la detrazione dei lavori

Se il proprietario di casa effettua lavori per la sostituzione o rinnovamento di infissi esterni e contestualmente effettua la riparazione e tinteggiatura esterna, l’intero intervento si ritiene di manutenzione straordinaria, quindi soggetto a detrazioni. Nonostante che gli interventi eseguiti in aggiunta sono classificati ai sensi del D.Lgs. 222/2016, come opere di manutenzione ordinaria. Ed è proprio questo il dubbio che l’Agenzia dell’Entrate chiarisce con la risposta n. 383.

L’Ente fa presente quali sono le differenze per la classificazione di lavori ordinari e straordinari; i primi riguardano opere che mantengono le caratteristiche e l’efficienza di elementi esistenti, mente i secondi sono volti a modificare, rinnovare elementi esistenti con una tipologia diversa.

Sostituzione infissi esterni: i chiarimenti dell’Agenzia dell’Entrate

Il quesito posto dal contribuente all’Agenzia dell’Entrate, nello specifico, chiedeva se spettasse la detrazione Irpef del 50% fino a 96 mila euro per la sostituzione di vecchi infissi esterni. L’Agenzia ha dato esito affermativo in quanto ha chiarito che l’intervento di sostituzione infissi rientrano nella detraibilità in quanto lavori straordinari, ma anche tutti gli altri lavori eseguiti a corredo di quest’ultimi vengono ritenuti lavori straordinari per concludere l’opera.

Importante, sapere che tutti gli importi dei lavori concorrono al raggiungimento della soglia di spesa.

Detrazione fiscale e ristrutturazioni: la CILA non va presentata. Ecco i chiarimenti dell’Agenzia

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.